Quotidiani locali

Valiani-Giandonato super Franco spacca la partita

Mazzoni si fa trovare pronto, Pirrello e Gonnelli lasciano le briciole agli avversari Il Toro non segna ma conferma di essere rinato, ok anche Doumbia e Murilo

7 MAZZONI. Serata da grande portiere. Perché gli arriva un tiro dopo 70 minuti di niente (sul 2-0) e lui fa un volo pazzesco per deviare in angolo. Un tiro, una super parata. Come, appunto, i grandi portieri.

6 PEDRELLI. Spinge un po' meno del solito ma con Doumbia fa funzionare la catena di destra.

7 PIRRELLO. Sempre meglio il ragazzo. Autoritario, preciso nei disimpegni, puntuale nell'anticipo di testa. Diteci la verità: non è il Pirrello che avevamo visto lo scorso anno.

7 GONNELLI. Idem come il compagno. Lasciano le briciole a tutti gli avversari, resi innocui sia di piede che di testa. Anche lui sempre preciso nel giro palla per far ripartire l'azione. (41' st Gasbarro sv)

7 FRANCO. Hombre del partido. Con un gran sinistro spacca in due la partita, sostituendo gli attaccanti che non la buttano dentro. È un generoso. A volte qualche suo cross non è proprio disegnato col compasso, ma quante volte arriva sul fondo?

7,5 GIANDONATO. Pensi sia il meno adatto a stare davanti alla difesa nel 4-2-3-1 perché non è un mediano puro e perché non è rapidissimo. E invece ci sta. E ci sta di lusso. Sapete perché? Perché sa giocare a pallone, testa alta, geometrie, senso della posizione. Bravo. (36' st Gemmi sv)

6,5 LUCI. Anche lui non butta un pallone nel cestino. Con Giandonato c'è feeling, mai una volta che si pestino i piedi. In crescita.

7 DOUMBIA. I gol facili se li divora (come a Prato), in compenso ha iniziato a segnare di testa come mai successo in carriera. E stavolta è una rete pesante. (20' st 7 Murilo 7. Un classico. Se entra a partita in corso, sposta. Nel gol c'è grinta e fame: se mette nel bagaglio queste due qualità, fa il salto).

6,5 MAIORINO. Stavolta è un po' meno l'epicentro del gioco offensivo, ma mette lo zampino sulla rete di Franco e dà sempre una mano a centrocampo. (36' st Perez sv. È bravo il ragazzino).

7,5 VALIANI. Due assist, un siluro di destro che meritava il gol, la fascia asfaltata 200 volte nel primo e nel secondo tempo. Alto nei tre dietro Vantaggiato, è la chiave tattica
che ha fatto sbocciare il Livorno. Highlander.

6,5 VANTAGGIATO. Sfiora il gol e manda in porta Franco. Corre come non si vedeva da tempo e ti dà la sensazione di essere un giocatore ritrovato. (20' st Montini sv. Si sbatte, sente il profumo del gol. Arriverà).

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics