Quotidiani locali

GIOVANNI LOPEZ 

«Non era la vera Lucchese, così è dura»

L’allenatore rossonero e gli obiettivi: «Bisogna pensare alla salvezza»

LIVORNO. La peggior Lucchese della stagione surclassata dallo strapotere di un Livorno che ha segnato tre reti, ma poteva farne altrettante. Giovanni Lopez è il ritratto della delusione: «La verità è che questa non è la vera Lucchese e contro formazioni forti come il Livorno non possiamo competere. Parliamoci chiaro: dobbiamo abbassare i nostri obiettivi. Altro che playoff, dobbiamo pensare esclusivamente alla salvezza».

Lopez, pur concedendo alcune attenuanti, non salva nessuno: «Del Sante è indietro, Bortolussi e Magli non avevano mai giocato e altri interpreti hanno giocato al di sotto delle aspettative. Il rammarico? Purtroppo si è fatto male Fanucchi perché a uno come lui è difficile rinunciare. Forse se avessimo giocato la domenica della tragedia con il Livorno che ancora non era del tutto consapevole della sua forza potevamo fare una miglior figura”.

Il mister tre gol da allenatore della Lucchese non li aveva mai presi: «Squadre come Livorno, Pisa e Alessandria hanno un potenziale decisamente superiore perché hanno speso tanto e alla fine i valori vengono a galla. Come si riparte? Recuperando tutti gli elementi in modo che tutti entrino in condizione. Siamo consapevoli degli errori commessi e degli spazi concessi a una formazione che non perdona se gli concedi campo. Lavoreremo in settimana per migliorare e correggere gli sbagli. Ma ribadisco un concetto: il nostro obiettivo dev’essere la salvezza. Questa squadra di più non può garantire».

Lopez ha chiuso così: «Il campo ha detto tre cose: se la Lucchese non è al 100% non può giocarsela con formazione importanti, siamo
la quinta formazione che ha speso di meno sul mercato e contro compagini come il Livorno serve maggiore aggressività. Adesso resettiamo e pensiamo al prossimo avversario. Mi prendo tutte le responsabilità di questa sconfitta che deve farci riflettere».

Luca Tronchetti

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista