Quotidiani locali

Tra Moby, libri e campo Mazzei lascia il timbro

LIVORNO. Un difensore centrale mancino che segna, di destro e in trasferta, il gol che vale la vittoria alla prima di campionato. Tanto basta perché Jacopo Mazzei, nuovo acquisto in casa Antignano,...

LIVORNO. Un difensore centrale mancino che segna, di destro e in trasferta, il gol che vale la vittoria alla prima di campionato. Tanto basta perché Jacopo Mazzei, nuovo acquisto in casa Antignano, si elevi tra gli assoluti protagonisti della domenica in Seconda Categoria girone E. Sua la firma sullo 0-1 che ha permesso ai bianconeri di espugnare il manto del Latignano, a Calcinaia. Tre punti per cominciare la corsa vero l’obiettivo stagione.

«Come minimo vogliamo i playoff – dichiara Jacopo -; non è mai facile vincere, ma siamo una bella squadra». Classe 1991, Mazzei è tornato in bianconero dopo 5 stagioni passate a Ponte a Cappiano, tra Prima e Seconda Categoria. In estate, la chiamata del ds Stefano Sitri lo ha convinto a tornare a casa. «Voglio vincere assieme ai miei amici, con il mister mi trovo bene, e non importa se gioco senza prendere un euro, qui andiamo tutti in campo per pura voglia di giocare a calcio”. Com’è arrivato il gol partita a Calcinaia? «Su angolo, il portiere ha respinto un colpo di testa e io ho ribattuto la palla in rete con il destro. Potevamo chiudere la partita ma, pur avendo varie occasioni, alla fine abbiamo pure rischiato qualcosa, ma il nostro portiere è stato bravo».

Cresciuto nelle file del Picchi, Jacopo vanta già un campionato vinto con
la maglia dell’Antignano, quando giocava negli Juniores provinciali. Difensore centrale, forte di testa, nella vita si divide tra il lavoro alla Moby e la facoltà di Economia; con il gol di domenica si candida al ruolo di titolare fisso nella difesa a quattro dei bianconeri. (d.s.)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics