Quotidiani locali

L’INIZIATIVA

Una bella esibizione per cinque stelle

Spettacolo al Tc con Lulli, Simic, Garbin e i fratelli Trevisan

LIVORNO. Un pubblico delle grandi occasioni ha preso parte ad una spettacolare esibizione di fine estate, ben coordinata dalla dirigenza del Tennis Club Livorno, presentata da Luca Salvetti e piacevolmente accolta dal vice presidente regionale Vezio Trifoni e dal Delegato Fit Gino Baccheretti.

Un problema al piede occorso a Martina Trevisan ha portato gli organizzatori ad un cambio di programma “last minute” che ha però permesso di premiare i tanti ragazzi della scuola tennis del circolo di Via Pietri senza privare gli appassionati di tante belle giocate successivamente offerte dai protagonisti sul campo numero 6. La tennista azzurra non è potuto scendere sul terreno di gioco per il match previsto contro Jelena Simic ma si è messa con passione a disposizione di quindici giovanissimi allievi dei maestri Piero Cocchella, Paolo Pavoletti, Veronica Volandri e Susanna Paoletti, palleggiando con loro per una trentina di minuti.

Martina ha poi improvvisato una “Americana” vinta con grinta da Valerio Barrera che ha messo in mostra buone qualità tecniche ed è stato premiato con un bacio della campionessa numero 144 delle classifiche mondiali. L’atleta della Bosnia Herzegovina ma trapiantata in Italia ha testato invece le qualità del gruppo agonistico guidato da Marco Lepri e Lucia della Fazia.

Giorgio Porrino, Costanza Benini, Alice Spagnoli e Ginevra De Federicis hanno lasciato una buona impressione alla numero 448 Wta che quest’anno è stata decisiva nella promozione dello Sporting Club Sassuolo in serie A2 dopo due belle stagioni disputate con la maglia biancoverde con la quale ha sfiorato nel 2015 la A2 e conseguito nel 2016 una salvezza agevole.

A seguire si è svolto un avvincente singolare tra il 2/1 del Tennis Club Prato Matteo Trevisan e la colonna portante della formazione di serie C del circolo, il ventenne 2/3 Gregorio Lulli, due giocatori che hanno regalato momenti di ottimo tennis, molto apprezzati dagli spettatori in tribuna. Alla fine la vittoria è andata al ventottenne ex numero uno al mondo juniores, che ha prevalso in due “Short Set” , confermando il suo straordinario periodo di forma grazie al quale ha iscritto il proprio nome nell’albo d’oro di quasi tutti i tornei Open ai quali ha partecipato.

Nel doppio misto finale Martina Trevisan è stata sostituita dal capitano di Federation Cup Tathiana Garbin che ha accettato molto volentieri l’invito del circolo presieduto da Nino Savoca e ha affiancato Matteo Trevisan nella sfida vinta contro Lulli e la Simic. L’ex numero 22 delle classifche mondiali nel 2007 ha sfoderato alcune ottime risposte, un servizio ancora da top 50 e soprattutto quella classe innata che le ha permesso da professionista di vincere anche dieci titoli di doppio Wta. Il suo obiettivo ora è quello di far crescere un nutrito gruppo di giocatrici che stanno raccogliendo una pesante eredità da Pennetta, Vinci e Schiavone.

La Garbin è ottimista per il prossimo impegno nel World Group II perchè le varie Jasmine Paolini,
Martina Trevisan, Georgia Brescia, Camilla Rosatello, Deborah Chiesa
, le sorelle Pieri e Cristiana Ferrando hanno fatto registrare ottimi progressi e insieme a Sara Errani potranno pian piano regalare altre buone soddisfazioni al tennis in gonnella azzurro.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista