Quotidiani locali

Le volée di Teresa e Giulio sopra il net del Tennis Club

Quasi cento atleti in campo nel torneo dedicato a Contessini e Romito Nel femminile si impone Invernizzi, nel maschile tutto facile per Puccini

LIVORNO. Numeri record per uno degli appuntamenti più attesi del panorama tennistico della nostra provincia. Cento, tra singolari e doppio, sono state le iscrizioni alla tradizionale manifestazione di fine estate organizzata dal Tennis Club Livorno, intitolata alla memoria degli indimenticati Enrico Contessini e Alberto Romito, ben guidata dalla Giudice Arbitro, signora Carla Baccheretti.

Nel singolare femminile, Limitato 3/1, il successo è andato a Teresa Invernizzi, che si è aggiudicata il derby contro la coetanea Silvia Salvetti. 63 62 il punteggio in favore di “Teresita” che bissa così la vittoria ottenuta lo scorso anno ai danni della più giovane Alice Spagnoli. Chiara Perri del Tennis Banditella e Arianna Bigotti del TC Pisa sono giunte in semifinale, sconfitte rispettivamente dalla Invernizzi e dalla Salvetti.

Nel tabellone maschile, Limitato 3/4, affermazione secondo pronostico del portacolori dei Ferrovieri Giulio Puccini, già vittorioso ad agosto sui campi del Dlf, che ha battuto con un duplice 63 il tennista di casa Edoardo Cocchella.

Il figlio e allievo di Piero Cocchella ha messo in evidenza un buon stato di forma che gli ha permesso nel percorso verso la finale di sconfiggere nell’ordine giocatori quotati come l’Over 35 dello Junior Club Simone Benetti, il giovane pupillo di Leonardo Azzaro, Claudio Farese e il sedicenne puledro di Silvano Mazzari, Tommaso Grillo.

In semifinale Cocchella ha approfittato della defezione del forte quattordicenne del TC Prato Andrea Ciulli, autore dell’eliminazione della testa di serie numero due del seeding Emanuele Orlandini, mentre Puccini ha regolato in due set uno dei possibili pretendenti alla medaglia d’oro, Fabio Ghinassi, fisicamente provato dalla maratona vinta il giorno precedente contro l’Over 45 pisano Mauro Brini, un match davvero infinito che ha regalato tante emozioni ai presenti.

Nel Trofeo Romito, Massimo Ciantelli e Riccardo Vaselli non hanno avuto rivali durante l’intero arco della competizione: erano i favoriti ed hanno rispettato il pronostico dominando il campo. Gli unici che hanno raggiunto “l’ora di gioco” sono stati i finalisti Alessandro Botrini e Edoardo Paoletti, comunque battuti col punteggio di 62 63.

Le persone presenti alla finale, circa duecento, hanno premiato con una standing ovation i due vincitori, che hanno ribadito la loro supremazia nel torneo. Riccardo Vaselli ha portato infatti a 8 il numero delle vittorie ottenute soltanto in doppio, mentre Ciantelli ha messo in bacheca addirittura per la quindicesima occasione la coppa di miglior doppista. Insomma, i due hanno ormai messo la loro firma su un pezzetto
di storia.

Buona parte dei protagonisti del torneo di Via Pietri si ritroverà a metà settembre sui “courts” dello Junior per la seconda edizione del Memorial Gianfranco Ciantelli, che quest’anno sarà aperto anche ai Terza categoria.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista