Quotidiani locali

Per Puccini doppia Vittoria trionfa al Dlf e diventa papà

Spettacolo nel torneo Limitato 3/4 ai Ferrovieri con 50 tennisti in campo Battuta in finale (6-3, 6-1) la grande sorpresa del torneo Tommaso Grillo 

LIVORNO. Puccini suona la prima sinfonia della stagione e si aggiudica il Limitato 3/4 dei Ferrovieri, manifestazione che ha visto la partecipazione di 50 atleti della nostra provincia, sotto l'attenta direzione di gara di Antonio Pisano. Una vittoria dedicata alla moglie Vittoria, che proprio in queste ore ha dato alla luce il piccolo Ettore, futura punta di diamante del vivaio del club del Presidente Gianluca Fastame, dove il neo papà Giulio affianca Michele Quaglia e Leonardo Cocchella nel ruolo di insegnante.

Il trentacinquenne portacolori del Dlf ha sconfitto per 63 61 l'autentica sorpresa del torneo, il sedicenne Tommaso Grillo. L'alfiere di Banditella nell'incontro decisivo per l'assegnazione del titolo è sceso in campo provato fisicamente e mentalmente dopo la battaglia persa poche ore prima nel "Terza" del Raffaelli contro l'amico Filippo Karypidis e per i doppi turni che ha dovuto sostenere nei giorni precedenti nei due tornei concomitanti.

L'allievo di Silvano Mazzari ha comunque fatto registrare nell'ultimo periodo grandi miglioramenti tecnici soprattutto nel servizio e nel rovescio, due colpi efficaci che si vanno a sommare ad un diritto già molto solido, un repertorio finalmente completo da fondocampo che ha permesso a "Tommy" di costruire le due belle affermazioni nei quarti contro Ernesto Panichi e in semifinale su Valerio Bertini Pisaniello.

Il percorso di Giulio Puccini verso la conquista del trofeo comunque non è stato agevole, complice un problema alla schiena che lo ha costretto a salvarsi al terzo set contro Nicola Porri, Flavio Fabbri e Francesco Barbera, al quale ha anche annullato due match point nei quarti di finale.

Tre incontri giocati praticamente da fermo nei quali il giocatore di casa ha cercato di accorciare gli scambi sfruttando la potenza del suo formidabile diritto e l'estro di cui è particolarmente dotato.

In finale grazie ad una provvidenziale iniezione
di antidolorifico al quale si è sottoposto, Puccini ha potuto giocare finalmente in condizioni soddisfacenti, che gli hanno permesso di rispettare il pronostico della vigilia, anche se per motivi di classifica non risultava tra le prime teste di serie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista