Quotidiani locali

Don Bosco, Roberto Russo è il nuovo coach

Basket, le ultime sul mercato di C Gold, C Silver e D: si va verso una collaborazione tra il Meloria e la neonata Invictus

LIVORNO. Fatta eccezione per la Libertas, che in una settimana ha allestito il roster la Serie B, il mercato del basket livornese stenta a decollare.

SERIE C GOLD. A casa Don Bosco c’era da sciogliere il nodo legato al successore di Guido Saibene. E la scelta, dopo varie riunioni e valutazioni, è ricaduta su Roberto Russo, allenatore che non ha bisogno di presentazioni e che vanta un lunghissimo trascorso in Serie B (Lucca, Firenze, Bottegone…). Così giovedì pomeriggio, negli uffici del PalaMacchia, la dirigenza e Russo hanno messo nero su bianco: il coach livornese allenerà oltre alla C Gold anche l’Under 18 Eccellenza e sarà il responsabile dell’area tecnica. Confermato Paolo Capitani nel ruolo di ds, idem Pantaleo e Dalla Torre che proseguiranno lo splendido lavoro nelle scuole e con il minibasket. La prima squadra? Composta da quasi tutti Under 18 e da 2-3 senior che, come ogni anno, torneranno alla base.

Dopo l’addio di Scardigli (ds), Alessandro Mori e Marzini, la PL guarda avanti con entusiasmo, forte probabilmente di nuovi investitori: «L’intenzione è quella di alzare un po’ l’asticella e puntare fin da subito ai playoff…», dichiarò giorni fa il presidente Manolo Burgalassi. Parole e concetti che per ora non hanno trovato riscontri in nessun colpo. La società sta lavorando da almeno un mese sottotraccia, vagliando diversi profili adatti alla causa: le priorità sono un play-guardia da accoppiare con Buzzo e Capobianchi e un pivot che abbia tanti punti nelle mani. Il sogno d’inizio estate è stato Roberto Bertolini, che però ha deciso di godersi un altro anno in Serie B a San Miniato, mentre Benini si è accasato alla Libertas. Sul perimetro l’obiettivo numero uno rimane Giovanni Bruni, uno che in C Gold farebbe tutta la differenza del mondo e per questo difficile da convincere a scendere di categoria. Sotto canestro è calda la pista Salazar. Da non scartare, nella maniera più assoluta, l’ipotesi Stolfi che, pur essendo un Over (classe 1985), potrebbe comunque rappresentare una soluzione ad hoc e dare a coach Mori una margherita di tre Over (Sidoti e Venditti, più eventualmente Stolfi…), con l’obbligo naturalmente di schierarne al massimo due a referto.

SERIE C SILVER. Al piano di sotto la situazione è ancor più complicata. È notizia di queste ore l’affiliazione della Labronica Basket ai registri Fip per la stagione 2017/2018, ma con l’avviso ufficiale della rinuncia al campionato senior. Di conseguenza l’unica squadra a sventolare la bandiera della città sarà il Meloria Basket: in dirittura d’arrivo la collaborazione fra il Meloria e la neonata Invictus (che dal primo luglio è ufficialmente operativa sui parquet di via Pera e della palestra D’Alesio), quindi non è escluso che qualche ex Labronica, tipo Leonardo Niccolai e Alessio Melosi, possa andare a rinforzare la truppa che con Walter Angiolini al timone che ha centrato la promozione.

SERIE D. L’Us Livorno ha avanzato richiesta di ripescaggio e dato il forfait della Labronica ha importanti chance che venga accolto. La conferma della “vecchia guardia”, ovvero i vari Bettini, Mariani, Davini e Volpi, è scontata, mentre è tutta da valutare la parte

relativa agli Under che negli ultimi anni sono sempre arrivato in prestito dal Don Bosco. Possibile il ritorno di Riccardo Giardini. Infine la neopromossa Fides (società satellite della PL) che si è rinforzata con Giannetti e Vannini, oltre al rinnovo dello zoccolo duro.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista