Quotidiani locali

Due pugni per tornare al mondo E “Nico” stavolta si sente libero 

La libertà vigilata, gli allenamenti, il rispetto dei compagni, e ora la sua prima volta sul ring Bottai: «Uno dei ragazzi più seri che ho avuto: un esempio di come lo sport sia mezzo di rinascita»

LIVORNO. Ennesima vittoria nel campo sportivo e sociale della Spes Fortitude, società labronica capitanata dal pluricampione Lenny Bottai. La scorsa settimana in una riunione pugilistica avvenuta al complesso La Marmora ed organizzata dall'Accademia Pugilistica Livornese, ha debuttato "Nico", ragazzo che è in libertà vigilata. «Grazie ad un programma di reinserimento, Nico ha dei permessi per lavorare ed allenarsi - spiega Lenny Bottai - È uno dei ragazzi più seri e rispettosi che ho avuto, si allena con dedizione e serietà e ha domato i suoi demoni dimostrando quanto lo sport può essere un mezzo di riscatto e rinascita».

A dire il vero Veronica Del Giovane, presidente della società, aveva già chiesto all'assessore Morini di poter realizzare un progetto adito a sfruttare lo sport come strumento di reinserimento per ragazzi detenuti. «Questo - continua Lenny - è per noi una traccia fondata del nostro lavoro, che mentre appunto è onesta occupazione, vuole anche dimostrare che chi occupa spazi pubblici, quindi ha dei privilegi, deve avere come orizzonte non il mero business, ma rendere alla comunità dalla quale riceve uno spazio un servizio per potenziare la funzione sociale dello sport, e insieme, occupazionale ove possibile, quantomeno un reddito di sostegno. Noi da sempre, mentre facciamo sport, facciamo anche questo. Con le case famiglia, con i migranti minori, e con progetti con chi si occupa di salute mentale. Ovviamente insieme a tutti, qui è la vittoria. Non separare ma unire i diversi percorsi in ore di sport di qualità, sia per divertimento che per agonismo».

Un progetto, quello della Fortitude, che ha prodotto non solo socialmente ma anche sportivamente, visti i grandi eventi organizzati ma soprattutto i titoli portati in città. Un segnale importante in questo
momento nel quale, dopo anni di stallo, si dovrebbe arrivare all'assegnazione degli spazi comunali attraverso un bando che manca da anni per problemi burocratici.

Intanto, Nico, ha vinto una grande battaglia, sportiva e di vita. Grazie allo sport.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie