Quotidiani locali

Nenci e Tassi, beati 80 anni l’età (non) mette all’angolo

I due tecnici ultraottantenni domenica erano sul ring con Francesco Lami Tra i match andati in scena pari tecnico tra Vairo Lenti e Valerio Mazzulla

LIVORNO. Una bella manifestazione pugilistica, ottimamente organizzata dall’Accademia Pugilistica Livornese (Apl), domenica pomeriggio nella palestra delle scuole Lambruschini alla Rosa. Sul ring, disseminati nelle varie categorie dilettantistiche, tanti scalpitanti giovanotti e qualche dolce donzella di casa nostra e un bel gruppetto di pugili della Polisportiva Nino Castellini di Palermo. E come ciliegina sulla torta l’atteso match professionistico tra Vairo Lenti e il romano Valerio Mazzulla, nella categoria superleggeri, o se preferiamo al limite della 140 libbre (63,5 Kg).

Un incontro previsto sulle sei riprese, ma terminato, regolamento alla mano, con un “Pari Tecnico” all’inizio della seconda ripresa, a causa di una doppia ferita sanguinante (arcata sopraccigliare sinistra e fronte) di Mazzulla. A spiegarci il significato di quelle due parole (pari tecnico), sconosciute a gran parte, per non dire quasi tutti i presenti, è stato l’arbitro: «Essendo le ferite accidentali e nelle prime fasi del match, il regolamento impone il pari tecnico anche se uno dei due pugili è in netto vantaggio. Viceversa se la ferita accidentale si fosse verificata nelle ultime riprese il verdetto avrebbe tenuto conto, dei punteggi computati, fino a quel momento, sui cartellini dei giudici».

Inutile sottolineare il dispiacere di Lenti: «Mi sarebbe piaciuto andare avanti. Ma il regolamento è questo e va accettato. Faccio i complimenti al mio avversario. E spero di salire presto di nuovo sul ring». Gli altri match? Tra i più avvincenti e duri quello, terminato in parità, tra Filippo Gressani e il siciliano 23enne Gaetano Di Marco. Un incontro senza un attimo di pausa su un canovaccio di sostanziale equilibrio nelle prime due riprese e con un Gressani più pimpante nella terza. «Pensavo di aver vinto. Ma va bene così», le parole di super “Pippo” appena sceso dal ring. Intenso e con improvvise folate agonistiche, invece, l’incontro vinto da Francesco Lami contro l’amico Andrea Oggiano. «La ferita che avevo sotto il sopracciglio destro non ci voleva», spiega Oggiano che aggiunge: «Meglio perdere con Francesco che con un altro».

All’angolo di Lami una coppia di maestri che sono un pezzo di storia del pugilato livornese. Ovvero il mitico Franco Nenci (82 anni) e Gigi Tassi (83 anni) e babbo dell'ex campione italiano e inten. IBF Luca. Bella vittoria pure di Asia Barone contro Alessia Battaglia (Palermo). «Bellissimo match», commenta Marina Casini. Sconfitta sul filo del rasoio, invece, della sorella Noemi Barone nel derby con Rihab M’Tauaa: ragazza di origini tunisine all'esordio. Braccia al cielo pure di Tiziano Arena che sembra vivere una seconda giovinezza agonistica. Vittoria pure di Vincenzo Scortino (Apl) contro Profeta (P. N. Castellini”. Parità nel derby cittadino tra Daniele Consoli (Bobbe Boxe) e Cristiano Rocchiccioli (Fortitude), con all’angolo Lenny Bottai e Francesco Boldrini. E pari anche per Matteo Maenza contro il siciliano Nicosia, di Emanuele Gjeli con il lucchese Garofalo. Infine “sospensione cautelare” del match tra Miachael Gasperini e Scalisi (Sicilia). Sospensione prevista nelle categorie giovanili a difesa dell’integrità dei boxer. Disco rosso invece per Simone Moriconi. A fare da cornice un paio di centinaio di tifosi, con discreta rappresentanza dei cittadini della capitale della cultura e dell’accoglienza europea 2018, molti dei quali giunti a Livorno per presenziare allo storico gemellaggio tra le due società pugilistiche: Apl e Polisportiva Nino Castellini.

In cabina di regia il super presidente dell’Apl Alfredo Zangara coadiuvato dal commissario di riunione Tancredi Gioia e dal bravo speaker Riccardo Tulli.

I RISULTATI. Professionisti. Pari Tecnico per ferita accidentale tra Vairo Lenti (Bobbe Boxe) e Valerio Mazzulla (S. S. Lazio Pugilato). Dilettanti: Vittorie ai punti, nella Cat. SchoolBoy di Biel Elgana (P. N. Castel.) contro Simone Moriconi (LBS). Nella cat. Youth di Asia Barone (Apl) contro Alessia Battaglia (P. N. Castellini). Vittoria di Rihab M’Tauaa (Acc. Sport Liv.) contro Noemi Barone (Apl). Cat. Junior. Vincenzo Scortino (Apl) contro Giuseppe Profeta (P. N. Castel.). Cat. Senior. Tiziano Arena (Apl) contro Ruben Tuzzolino (P. N. Castel.). Cat. Elite: Francesco Lami contro Andrea Oggiano. Parità: Cat. Elite. Filippo Gressani con Gaetano Di Marco (P. N. Castel.). Cat. Junior. di Matteo

Maenza (Apl) con Giorgio Nicosia (P. N. Castel.). Cat. Youth. Daniele Consoli (Bobbe Boxe) con Cristiano Rocchiccioli (Spes Fortitude). Cat. SchoolBoy. Emanuele Gjeli con Lorenzo Garofalo (P. Lucchese). “Sospensione cautelare tra Michael Gasperini (Apl) e Silvio Scalisi (P. N. Castel.).

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista