Quotidiani locali

Lotta, Iannattoni manda tutti al tappeto: è campione italiano

Ai tricolori di Ostia il livornese vince nella categoria 97 chili e vola in nazionale per gli Europei

LIVORNO. Ha messo tutti i rivali al tappeto e si è laureato campione d’italia. Ma non solo, perché il livornese Simone Iannattoni dal 9 marzo è in ritiro con la nazionale e davanti a sé oggi ha un futuro più che mai promettente. Ma partiamo da domenica 6 marzo, quando si sono svolti al centro Olimpico Fijlkam di Ostia, i Campionati Assoluti di lotta stile libero. Il più forte d’Italia, nella categoria riservata ai Kg 97 è il livornese Ianattoni , che vincendo tutti gli incontri, ha portato a casa un meritatissimo oro nella gara nazionale più importante.

Iannattoni, della società sportiva New Popeye Club aveva già vinto gli Assoluti nel 2015, a soli 18 anni, e dopo aver saltato quelli del 2016 per un infortunio, oggi ha nuovamente mostrato eccellenti qualità competitive ad altissimi livelli. Un bravissimo dunque a questo giovane atleta, promessa della lotta italiana, che sarà impegnato nel breve proseguo di tempo, in tornei e gare internazionali con la Nazionale italiana. Simone infatti dal 9 marzo fino al 25 marzo prossimo è in ritiro in Russia per la preparazione ai Campionati Europei Under 23 che si svolgeranno in Ungheria dal 28 marzo al 2 aprile.

leggi anche:

Molto probabilmente la gara del 6 marzo è stata l’ultima vinta per la società labronica perché al suo rientro dal Campionato Europeo, Simone entrerà nel Centro Sportivo delle Fiamme Oro di Roma che ha investito sul fututo dell’atleta amaranto. Ai campionati italiani assoluti hanno partecipato  altri due atleti livornesi: Giacomo Dentone ha gareggiato nella categoria Kg 65, dopo aver vinto due incontri, è stato fermato dal bravissimo campione italiano in carica, Angelo Costa.

Saverio Ceccarini, 18 anni ancora da campiere, nei Kg 86 ha condotto l’incontro ma ha perso per un banale errore. Sicuramente farà vedere il suo valore il 14 maggio al Campionato Italiano Juniores che si disputerà ad Ostia. Onori quindi al Maestro Riccardo Niccolini, che al comando della società labronica da oltre 30 anni, a distanza di 3 settimane, ha portato sul gradino più alto d’Italia due bravissimi lottatori: il ventenne Simone Iannattoni e il figlio tredicenne Gabriele. La palestra di Niccolini si dimostra quindi una vera fucina di talenti dove ogni giorno sulla materassina vengono plasmati e forgiati piccoli e grandi atleti che con sudore, sacrificio, tenacia e determinazione cercano di emergere in ciò che più amano. Ianattoni è solo il faro che ora brilla di più.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics