Menu

Primavera, Gelain punta forte sull’entusiasmo

Il gruppo al lavoro al Centro Coni di Tirrenia: nessun fuori quota e un collettivo molto giovane

LIVORNO. È cominciata la stagione della Primavera del Livorno. Negli impianti del Centro Coni di Tirrenia, gli amaranto in questi giorni hanno cominciato a sudare sotto la guida di Ezio Gelain, l'uomo che la società ha scelto per dirigere la formazione di punta del suo settore giovanile dopo l'annata targata Sergio Zanetti. Per inaugurare il nuovo corso si è deciso di pescare in famiglia, affidandosi a un tecnico che in anni recenti ha potuto lavorare come vice della prima squadra a fianco di Nicola e di Perotti, ma nello stesso tempo anche a un ex calciatore che negli anni Ottanta contribuì alla stagione d'oro di un'altra squadra toscana come l'Empoli. Tutta l'esperienza acquisita in tanti anni di calcio ad alto livello, Gelain proverà ora a trasmetterla a un collettivo molto giovane, chiamato a farsi le ossa in fretta.

Al momento il Livorno ha infatti deciso di non avvalersi di fuori quota e di puntare tutto sul gruppo degli ultimi Allievi Nazionali, opportunamente integrato con una dozzina di elementi, quasi tutti classe '97, arrivati da vivai sparsi in tutta la Toscana. Del resto gli unici due classe '95 rimasti in forza al Livorno, Bartolini e Bruzzi, risultano ormai stabilmente aggregati alla prima squadra, pertanto sarà difficile vederli sul campo di Stagno. Sarà invece più facile avere a che fare con ragazzi come Ricci e Stoppini, che, pur avendo a loro volta cominciato la stagione con la prima squadra, probabilmente avranno in futuro i loro spazi nella Primavera, così come potrebbe accadere per il portiere Cipriani, ottimo protagonista nella scorsa stagione e oggi terzo portiere del team di Gautieri.

Tra i classe '96 si registra comunque anche qualche rientro: Muzzillo e Quilici, nello scorso campionato in forza al Tuttocuoio. Se l'idea evidentemente è quella di un piano di lavoro biennale, la rosa è naturalmente ancora in fase di definizione, anche perché la società è in attesa dell'ufficializzazione dei gironi del campionato: fattore non secondario, perché un possibile ritorno nel girone del nord-ovest, dopo l'annata trascorsa nel girone sud, costituirebbe un sensibile cambiamento di contesto, sia in termini prettamente sportivi sia a livello organizzativo, visto che in primo luogo verrebbe meno l'obbligo di gestire trasferte complesse come quelle di Bari, Palermo o Catania.

Se mancano ancora i gironi ci sono però già le date: sabato 23 agosto il Livorno sarà infatti impegnato nel primo turno della Tim Cup, mentre il sabato successivo è in programma la prima di campionato. La prima amichevole dovrebbe essere giocata il 9 agosto (possibile avversario il Rosignano). Poi, intorno a Ferragosto, una seconda amichevole

di peso. Il preparatore atletico è di nuovo Giacomo Chetoni, così come Francesco Palmieri resta il preparatore dei portieri. Confermati anche l'accompagnatore Furio Rocchi, il medico Allessandro Bechere e il massaggiatore Paolo Raffaelli.

Alessio Traversi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare