Menu

Braghieri ora è più vicino I misteri Longo e Milevsky

Amaranto: in prestito torna come terzo portiere Aldegani. In difesa manca almeno un tassello, mentre a centrocampo è imminente l’arrivo di Mosquera

LIVORNO. Qualcosa si muove. Il sabato più caldo dell’estate labronica regala un’operazione di secondo piano: dalla Nocerina torna in prestito Gabriele Aldegani, 37 anni, che occuperà la casella di terzo portiere. Esperienza numero 3 a Livorno per l’estremo difensore cresciuto nel Milan, che ha indossato la maglia amaranto anche nella stagione 2002/2003 (serie B, vice di Marco Amelia) e nella seconda parte dello scorso campionato. Aldegani ha già raggiunto il resto del gruppo nel ritiro di Cascia e sarà un elemento importante dal punto di vista dell’esperienza. Percorso inverso per il centrocampista Lorenzo Remedi, passato alla squadra campana con la stessa formula: il giovane mediano si allena già da alcuni giorni con la Nocerina. Fra le due società c’è stato dunque un semplice scambio di prestiti.

Braghieri vicino. Manca ancora un tassello per completare la difesa, già rinforzata con l’arrivo dello svincolato Valentini. Proseguono i contatti con il Rosario Central per Diego Luis Braghieri, 26enne argentino con passaporto italiano, che nell’ultima stagione ha giocato in prestito nell’Arsenal de Sarandì. La trattativa potrebbe sbloccarsi nei prossimi 2-3 giorni, che dovrebbero dunque regalare a Nicola un giocatore capace di giocare sul centro-sinistra della difesa, ruolo che non ha ancora un titolare nello scacchiere amaranto. In secondo fila c’è Alessandro Lucarelli.

Ecco Mosquera. A centrocampo è imminente l’arrivo del 22enne colombiano Jhonny Mosquera, che ieri non è stato convocato dal suo club, l’Envigado, per la seconda partita di campionato. Il mediano, risolti i problemi burocratici, dovrebbe raggiungere i nuovi compagni nelle prossime ore. Ma il grande obbiettivo qui resta il ritorno di Duncan, visto che Benassi e lo stesso Mosquera partiranno inizialmente come alternative ai titolari.

Capitolo attacco. Spinelli, durante la conferenza di presentazione di Greco, ha dichiarato di voler prendere 2 attaccanti. Le prime scelte sono Longo e Milevsky, diventate ormai due telenovele dell’estate amaranto. Il Livorno ha dato un ultimatum al baby bomber dell’Inter, che entro domani deve decidere se accettare o meno la proposta labronica: nell’operazione potrebbe rientrare il trequartista argentino Rubén Botta, non ancora tesserato dall’Inter perché infortunato ed extracomunitario. La punta ucraina, secondo alcuni media russi e ucraini, ieri era invece a Baku (Azerbaijan) per parlare con il suo ex tecnico Yuri Semin, che attualmente allena il Gabala: sul piatto ovviamente un’offerta della squadra azera, ma Milevsky vuole il Livorno ed è pronto a svincolarsi dalla Dinamo Kiev pagando la penale di tasca propria.

Occhio a Dembélé. Venerdì Elio Signorelli era in Francia per vedere Mana Dembélé, attaccante del Clermont, impegnato nella prima giornata di Ligue 2 contro il Tours. La punta maliana, sotto gli occhi del direttore sportivo labronico, ha realizzato su rigore il gol del momentaneo 1-0 (2-1 il risultato finale). Il club francese, che ha già rifiutato la proposta amaranto di prestito con diritto di riscatto, vuole 450mila euro per l’attaccante classe 1988, seguito

anche da Bastia e Auxerre. Ma il Livorno aspetta lo sviluppo delle situazioni Longo e Milevsky prima di presentare un’offerta al Clermont. Sul taccuino restano anche Calaiò (ingaggio elevato e sogno Palermo del giocatore gli ostacoli maggiori) e Acquafresca che non convince completamente.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare