Menu

Se hai voglia di camminare puoi farlo con il Nordic Walking

LIVORNO. Guai a pensare che si tratti di una disciplina fuori luogo e men che mai fuori stagione. Perché il Nordic Walking è uno sport che rimanda al freddo, all'inverno solo a causa del nome. Certo,...

LIVORNO. Guai a pensare che si tratti di una disciplina fuori luogo e men che mai fuori stagione. Perché il Nordic Walking è uno sport che rimanda al freddo, all'inverno solo a causa del nome. Certo, le sue origini sono legate ad un Paese dove sole, caldo ed estate rappresentano quasi un miraggio specie per chi si cimenta nell'attività fisica; eppure, sin dai primi passi mossi intorno agli anni '30 in Finlandia, il Nordic Walking si è sviluppato anche a latitudini più basse, Italia e Toscana comprese. Uno degli sport del momento pare infatti aver attecchito anche in riva al nostro mare, in barba al luogo comune che lo vorrebbe relegato esclusivamente tra i sentieri in salita e l'aria rarefatta delle montagne: paradossalmente infatti e a differenza del comune trekking, si può praticare solo lungo terreni che non superino il 7-8% di pendenza massima.

Una testimonianza concreta è portata dalla nascita del gruppo ProWalking Livorno, una realtà che ha visto la luce solo di recente e nel giro di appena sei mesi pare aver convinto almeno una trentina di proseliti. Luca Cecchetto è il direttore operativo della sede nostrana: nativo di Saronno ma livornese d'adozione al seguito della moglie già dal 2004, è diventato neo istruttore certificato dalla Scuola Italiana Nordic Walking dopo essere stato fulminato da un incontro con il guru del settore Pino della Sega ed aver seguito a gennaio un corso di 4 giornate concluso, felicemente con un probante esame finale. E' questo labronico 'oriundo' che, con il suo entusiasmo contagioso, incarna l'anima di un movimento pulsante. Un trend virale che è calato veloce dal Nord e che, dopo essere diventato una proposta attrattiva di alberghi e villaggi turistici in Germania, Austria e Svizzera, da queste parti ha saputo sfidare con successo l'inevitabile scetticismo. Il primo riflesso incondizionato di una popolazione che nel proprio Dna, come strumento di difesa, porta da sempre tanto salmastro quanto sarcasmo ed è ben poco avvezza a tutto ciò che è inusuale rispetto all'ambiente marittimo.

«Ormai abbiamo fatto il callo allo sberleffo ironico che ci viene rivolto dai passanti - racconta Cecchetto -. Invece, grazie al passaparola, si è creato un discreto collettivo di appassionati, un bello zoccolo duro e parecchi incuriositi dalla novità. Abbiamo una sede, un sito web, addirittura vantiamo una collaborazione con il Csi di Pisa. In più, organizziamo periodicamente trasferte più o meno lontane, sia sulle Alpi ma anche

lungo le nostre coste, persino in Capraia e all'Elba. Senza dimenticare la beneficenza: significativa l'ultima iniziativa intitolata 'Camminiamo per Ripartire' che, grazie agli incassi ricavati, ha raccolto 310 euro per le popolazioni terremotate dell'Emilia».

Andrea Puccini

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare