Menu

mercato: in uscita

Miglionico addio: se ne va a Lecce

Lo ha voluto Cosmi, per lui rinnovo automatico in caso di salvezza

di Fabrizio Pucci

LIVORNO

Un pezzo della storia recente del Livorno saluta e se ne va. Leonardo Martin Miglionico, il ministro della difesa, esempio di serietà, lascia il suo dicastero e si trasferisce a titolo definitivo al Lecce. La sua parentesi amaranto finisce dopo tre anni e mezzo 94 presenze, 4 gol una promozione in serie A e il successivo ritorno in B. L'uruguagio era in scadenza di contratto e la società ha preferito risparmiare sei mesi di un sostanzioso ingaggio. Dopo Perticone l'inizio del 2012 porta via un'altra delle colonne della difesa che vinse il campionato nel 2009. La cessione di Miglionico, tra l'altro riduce ai soli Bernardini e Knezevic, la batteria dei difensori centrali a cui può essere aggiunto in caso di necessità Lambrguhi anche se l'ex virgiliano al momento staziona sulla corsia sinistra per via dell'infortunio di Pieri. Adesso sarà ingaggiato un altro centrale, giovane, a basso costo.

La cessione di Miglionico era nell'aria. In chiusura della sessione estiva del mercato il suo trasferimento al Verona sfumò per un soffio. Adesso, dopo aver vissuto alcuni mesi ai margini (appena 10 presenze in questo campionato) Martin, dopo aver manifestato a più riprese il desiderio di rimanere

fino a scadenza di contratto, si è convinto ad accettare la soluzione salentina dove ritrova Cosmi da cui fu allenato proprio a Livorno e al quale regalò un gol da tre punti nella partita casalinga con l'Atalanta. In caso di salvezza, Miglionico avrà il rinnovo in automatico dal Lecce.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare