Menu

livorno sport

Livorno scatenato: Lucarelli e Pieri

AMARANTO: IL MERCATO L'annuncio di Spinelli: ho speso tanti milioni, ora voglio ventimila tessere

LIVORNO. Cristiano Lucarelli, Mirko Pieri. Ecco i due matrimoni del Livorno. L'annuncio viene fatto da Aldo Spinelli poco dopo le 19,30. «Che giornata. Ho speso tanti milioni, ma va bene così. Cristiano Lucarelli è del Livorno. Ho trovato l'accordo con Tommaso Ghirardi e ho tirato fuori altri milioni. Con Cristiano avevo già trovato l'accordo martedì pomeriggio. La questione economica con Ghirardi è stata appianata, e Lucarelli lo presenteremo sabato mattina alle 11 allo stadio». L'altro matrimonio, quello di Mirko Pieri, dalla Sampdoria, esterno sinistro, 30 anni. Il presidente afferma: «Con lui abbiamo firmato un contratto triennale. E' un forte esterno sinistro. Il costo? Meglio che stia zitto. L'ho detto: è stata una giornata che mi è costata tanti milioni. Anche Pieri sarà presentato sabato mattina alle 11 allo stadio».

Il Livorno edizione serie A comincia a delinearsi. Cristiano Lucarelli: un matromonio che avevamo anticipato. Viene a formare il trio delle meraviglie. Spinelli è irremovibile: «Ho preso Lucarelli per farlo giocare insieme a Diamanti e Tavano. E' un trio da Champions. Adesso, però, voglio ventimila abbonamenti». Una richiesta stimolante per la piazza livornese. Se fossero diecimila sarebbe più che soddisfatto. Il presidente aggiunge: «Diamanti e Tavano non si toccano. Potrei prendere in considerazione soltanto un'offerta faraonica».

Altri movimenti. Non finisce qui. Il Livorno sta trattando Iori del Cittadella. Un tipo tosto, capitano della squadra veneta, che a Livorno destò ottima impressione nel ruolo di centrale. Una frenata con il Parma nello scambio Grandoni-Budel. Difficoltà per quanto riguarda la parte economica con i contratti di tre anni. L'argomento sarà ripreso oggi. Adesso, con l'accordo su Lucarelli, la questione Grandoni-Budel appare raffreddata. Con la Lazio non c'è stato il passo avanti desiderato per Cribari e la cessione di Pulzetti. Anche qui ci sono in ballo le valutazioni dei due giocatori da parte delle due società per cui non si riesce a trovare un'intesa. Lotito chiede quattro milioni, così come ha alzato il prezzo per Bonetto stimato 1,5 milioni. Niente da fare specialmente adesso che è stato preso Pieri. Il diesse aretino Franco Ceravolo sta per chiudere nei confronti di Mazzoni e Paulinho. Niente da fare invece per Rizza sul quale si erano inserite la Cavese, il Celano e l'Ascoli. Per il momento rimane amaranto. Cellerino con la valigia pronta. Aspetta soltanto di sapere dove andrà a finire. L'Ascoli si è fatto avanti, così come il Colo Colo. Probabile la destinazione cilena.

Bergvold e Knezevic. Ecco due amaranto in bilico. Martin Bergvold ha chiesto di ritornare in Danimarca. Ci sono buone probabilità che venga accontentato perchè è stato avviato un discorso con una squadra di serie A.

La richiesta per la sua cessione è di 1,5 milioni di euro. Da verificare le condizioni fisiche di Dario Knezevic dopo gli infortuni avuti nella Juve. Il mercato del Livorno è in piena evoluzione. Ci sono ancora alcuni tasselli da mettere a posto in modo particolare
a centrocampo con l'innesto di due giocatori potenti. Il presidente sta perfezionando il mosaico. Con Ruotolo e il suo «tutore» pronti a cominciare i lavori lunedì prossimo in Valdaora. «Vogliamo stare a sinistra della classifica». Parole e musica del «capo».

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro