Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
$alttext
economia del mare 

Il gruppo Onorato punta su Livorno per i cargo in Sardegna

Trasferimento da Piombino dei collegamenti con Olbia (dopo l’acquisizione di Ltm e l’aggiudicazione di Porto 2000)

LIVORNO. Il gruppo Onorato concentra su Livorno le linee cargo con destinazione Sardegna: per questo motivo ha deciso di trasferire da Piombino a Livorno la partenza di collegamenti con il porto sardo di Olbia.

In effetti, se Piombino è da decenni un porto-chiave nella geografia aziendale della famiglia Onorato, è vero che Livorno non solo è storicamente uno scalo importante per il gruppo (la sede della Toremar guidata da Matteo Savelli è al civico 12 di piazzale dei Marmi) ma questa rilevanza si è accresciuta dio recente. Soprattutto con due mosse. La prima: l’acquisizione del controllo di Ltm dalle mani di Renzo Conti. La seconda: l’aggiudicazione della privatizzazione della Porto di Livorno 2000 (capofila la propria controllata sarda Sinergest e in alleanza con un big delle crociere come Msc).

Del resto, è appunto su Livorno che si sta combattendo una delle battaglie-chiave della guerra che contrappone i due colossi del made in Italy già da tempo: Onorato contro Grimaldi.

Per quanto riguarda quest’ultima vicenda, cioè il trasferimento a Livorno dei collegamenti con la Sardegna finora operati da Piombino, era stato il vertice regionale del sindacato Ugl a suonare la sirena d’allarme temendo contraccolpi sullo scalo piombinese (che nell’economia di quel territorio viene visto come l’ultimo salvagente, viste le difficoltà e le incertezze sul fronte delle grandi fabbriche siderurgiche).

Non la pensa così lo stato maggiore della compagnia che raggruppa i marchi Moby, Tirrenia e Toremar: «La compagnia, per andare incontro alle mutate richieste di mercato, è obbligata a concentrarsi su Livorno», sono le dichiarazioni di Achille Onorato, figlio del patron Vincenzo e amministratore delegato del gruppo, riportate dal sito web specializzato Ship2Shore.

Ma dal quartier generale della famiglia armatoriale si punta ad allontanare l’idea che questa scelta possa tradursi in una batosta sul fronte dell’occupazione locale: «Questa scelta – tiene a sottolineare – non porterà con sé la perdita di posti di lavoro».

Il gruppo di Onorato ritiene che, al contrario, la novità avrà come conseguenza un incremento dell’efficienza dei collegamenti in seguito all’incremento della velocità commerciale e delle frequenze dei passaggi.

Sta di fatto che a Piombino non mancano i timori tanto fra i lavoratori che nell’indotto imprenditoriale.

Comunque,

la compagnia – ripete Onorato jr – torna a garantire «un ingente numero di partenze da Piombino per la Sardegna» e ribadisce che il gruppo «continuerà il suo piano di espansione e di creazione di posti di lavoro e di occupazione nella città di Piombino». —



TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro