Quotidiani locali

Anziana travolta da un’auto dopo il furto di una minigonna da Eurasia

Livorno, l'incidente in piazza Damiano Chiesa: dopo lo schianto la donna si è rialzata e ha chiesto all’investitore di portarla via

LIVORNO. Ha rubato una minigonna da Eurasia, il grande emporio cinese di viale Petrarca, ma quando ha oltrepassato l’uscita, l’allarme anti-taccheggio è suonato e l’ha smascherata. La donna non si è fermata e ha tentato di darsela a gambe. Due commesse hanno iniziato ad inseguirla, ma la fuga della signora è durata pochi metri: all’altezza di piazza Damiano Chiesa non si è curata del semaforo rosso per i pedoni e ha continuato a correre sperando di schivare le auto di passaggio e di seminare le sue inseguitrici con gli occhi a mandorla, ma è stata travolta da un’Alfa Romeo che procedeva in direzione nord.

L’urto è stato violento, tanto che il parabrezza dell’auto si è quasi sfondato e anche la fiancata anteriore sinistra si è accartocciata. Ma la donna, come se nulla fosse successo, si è rialzata dall’asfalto e barcollando, sanguinante da più parti, è andata incontro al suo investitore e l’ha pregato di caricarla a bordo e portarla via. Lui invece ha chiamato un’ambulanza. E nel frattempo qualcuno ha avvertito i vigili urbani.



Ora la signora si trova in ospedale, con una serie di traumi agli arti superiori e inferiori, ma non è grave. Sulla sua testa pende una denuncia per furto. Protagonista di una scena da film, girata sotto il sole caldo di mezzogiorno tra piazza Damiano Chiesa e l’ospedale, E.F., una signora livornese di 72 anni. Nella sua borsa i vigili hanno trovato oltre alla minigonna rubata - 25 euro di valore, tutta in jeans, con brillantini alla cintura e un taglio decisamente giovanile - anche una bottiglia di liquore, vuota. «Probabilmente se l’era scolata», ha raccontato agli agenti della polizia municipale una testimone che aveva visto l’anziana in azione tra gli scaffali di Eurasia. «L’ho notata dentro al negozio muoversi in maniera strana e l’ho vista bene quando ha infilato la minigonna nella sua borsa, pensando che nessuno se ne accorgesse. Ho avvertito un addetto dell’emporio ma nel frattempo la signora è uscita ed è suonato l’allarme», racconta.

Pochi minuti dopo l’investimento, è arrivata sul posto un’ambulanza della Misericordia che ha soccorso la settantenne, ancora cosciente sebbene in stato di grossa confusione. Poi l’ha trasportata al pronto soccorso. Sotto choc l’investitore. Il semaforo era appena diventato verde e la sua Alfa Romeo Mito procedeva a velocità moderata. Ha raccontato ai vigili di essersi trovato l’anziana praticamente sul cofano, all’improvviso. Seppur incolpevole, rischia qualche guaio anche lui. «Io con la patente ci lavoro», ha ripetuto preoccupato agli agenti.

Alla fine, dopo qualche tentennamento, il titolare di Eurasia ha deciso di denunciare la donna per furto, mentre una sua commessa raccontava: «Se dovessimo denunciare tutti quelli che rubano, passeremmo le giornate in questura».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro