Quotidiani locali

Auto contro bici, altro incidente grave sul viale Italia

Livorno, lo scontro alla Rotonda d’Ardenza: all’ospedale una 54enne L’allarme continua dopo l’investimento di lunedì 9 luglio al Palazzo

LIVORNO. Un altro incidente sul viale Italia, stavolta alla Rotonda d’Ardenza. Un altro scontro con gravi conseguenze, anche se - per fortuna - non disperate come quelle dell’investimento di lunedì scorso davanti all’hotel Palazzo. Un altro allarme dal lungomare, i due chilometri più pericolosi della nostra città, come confermano anche i report e i numeri della polizia municipale.

Mercoledì 11 luglio, intorno alle 8.10, un’auto e una bici elettrica si sono scontrate all’altezza della svolta per i bagni Lido: la ciclista, una donna livornese di 54 anni, è caduta violentemente sull’asfalto e ha perso molto sangue, tanto da essere portata all’ospedale in codice rosso. «Ha riportato un trauma facciale non indifferente e una ferita profonda sulla fronte, oltre a diverse contusioni ed escoriazioni su tutto il corpo», spiegano i soccorritori, aggiungendo che «fortunatamente è rimasta sempre cosciente».

leggi anche:



È stata l’automobilista, illesa, a lanciare l’allarme subito dopo l’incidente e a richiedere l’intervento di un’ambulanza: alla Rotonda sono arrivati i volontari della pubblica assistenza, poi un secondo mezzo della Misericordia di Antignano con il medico a bordo, vista la gravità della situazione. Sul posto anche una pattuglia della polizia municipale per ricostruire la dinamica dello scontro, con la ciclista - secondo una prima ipotesi - che era sulla corsia sud ed è stata colpita mentre stava girando in direzione bagni Lido: sicuramente l’impatto è stato violentissimo, come raccontato da diversi testimoni e come dimostrano anche le tracce di sangue sull’asfalto.

Continua quindi l’allarme sul viale Italia, dove lunedì scorso - nel giro di otto ore - ci sono stati tre incidenti: il più grave davanti all’hotel Palazzo, un investimento sulle strisce pedonali che ha causato la morte del 75enne Carlo Ria (l’altro ferito, Lido Panati, è ricoverato in condizioni critiche). Tutto mentre l’amministrazione comunale, proprio con l’obiettivo di «aumentare la sicurezza sul lungomare», ha annunciato che «a metà ottobre partiranno i lavori per realizzare tre nuove rotatorie»: una all’incrocio con via dei Pensieri, un’altra a Barriera Margherita e la terza all’altezza della Baracchina bianca.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro