Quotidiani locali

Il nostro mare è meno blu per l'inquinamento da fogne: già 25 sforamenti

Livorno, le analisi dell’Arpat: quest’anno in soli tre mesi i parametri oltre i limiti in più del doppio dei casi che in tutta l’estate 2017

LIVORNO. Abbiamo il vanto di essere una città portuale senza aree tabù per i bagnanti, ma quest’anno si sono susseguite le ordinanze di stop della balneazione. Basta un’occhiata alle analisi dell’Arpat per accorgersi che si sono moltiplicati gli sforamenti dei limiti di enterococchi intestinali (200 mpn per cento millilitri) e di escherichia coli (500). Nel tratto di costa dalla Bellana a Antignano si sono contati quest’anno ben 25 sforamenti nelle analisi fra aprile e giugno. Più del doppio dell’intera stagione estiva dello scorso anno (dieci) e ancor di più di quella del 2015 (appena tre). Il punto più problematico? Lo specchio d’acqua in cui sbocca il rio Felciaio a Ardenza, appena a nord del moletto di Ardenza. Ecco la prima parte del nostro viaggio fra i dati Arpat.

BELLANA. Sforamenti in accoppiata sia a metà aprile che a metà maggio: per gli enterococchi intestinali (238 mpn il 16 aprile e 471 un mese più tardi) e per l’escherichia coli (659 mpn nel prelievo di aprile e 1.259 mpn in quello del mese successivo). Solo cinque dei 14 campionamenti mostrano valori minimi, ma le ultime analisi (11 giugno) indicano uno standard al di sotto di 10.

NETTUNO. Anche qui c’era un doppio superamento il 16 aprile (escherichia coli a 945 mpn/100 ml e enterococchi intestinali a quota 453) e valori non trascurabili a metà maggio (336 per i primi e 134 per i secondi). Ma l’ultimo campionamento (11 giugno) così come quelli extra del 18 aprile, subito dopo lo sforamento, e del 24 aprile, mostrano valori sotto 10 in entrambi i campi.

TERRAZZA. Stesso andamento anche in questo tratto di mare: a metà aprile un forte sforamento, due volte e mezzo oltre il limite (con l’escherichia coli a quota 1.298 e gli enterococchi intestinali a 560) e valori rilevanti un mese più tardi (con i primi a 341 mpn/100 ml e i secondo a 161). Comunque l’ultima analisi riporta i valori sotto la soglia di 10.

PIAZZA MODIGLIANI. Il 14 maggio l’escherichia coli vola quasi otto volte al di sopra dello standard ammissibile (3.873 mpn) e gli enterococchi poco meno di quattro (733). Nove giorni più tardi l’escherichia a un passo da un nuovo superamento del limite (480). Va detto che all’inizio della seconda decade di giugno tutto rientra nella normalità: valori sotto la soglia di 10.

SAN JACOPO. Si resta ben al di sotto della soglia-limite, ma l’escherichia coli è a 189 mp/100 ml a maggio e a 137 il mese prima. Invece a metà giugno non si va oltre 10.

ACCADEMIA SUD. L’ultima analisi non dice quasi zero bensì “fotografa” l’escherichia a quota 97 e gli enterococchi a 41, lontano però dal limite che la norma indica rispettivamente a 500 e a 200 mpn/100 ml. Sforamenti? Uno, a maggio (con gli enterococchi a 231).

SCOGLIERA LAZZERETTO. Anche qui giugno porta valori quasi zero, a metà maggio invece era saltato fuori un campionamento con l’escherichia coli a 262 e gli enterococchi a 134, cioè grossomodo la metà dello standard-limite.

RIO FELCIAIO. E’ il punto più problematico: nella griglia di 24 misurazioni effettuate si sono contati quattro sforamenti di escherichia coli (il 16 aprile a 659 mpn/100 ml, il 14 maggio a 5.794, ben 11 volte oltre il limite ammesso, il 23 maggio a 1.842, l'indomani a 934) e ben cinque per gli enterococchi intestinali (il 14 maggio a 3.873, 19 volte oltre il limite, il 23 maggio a 512, saliti il giorno successivo a 880, il 28 maggio a 213 e il 25 giugno a 231). A fine giugno comunque tutto rientra nella normalità: anche qui i valori sono sotto 10 mpn.

SANTA LUCIA. Solo sei prelievi routinari, l’ultima coppia dei quali sotto il valore 10. E comunque tutti entro i limiti, anche se a metà maggio l’escherichia coli vanno a un paio di spanne dalla soglia-tabù di 500 (con 457 mpb/100 ml).

ARDENZA NORD. Niente sforamenti e anche qui i prelievi di giugno sono sotto quota 10. Ma a maggio gli enterococchi sono al limite (189 mpn).

ARDENZA SUD. La dinamica è analoga ai punti di prelievo precedenti: a giugno tutto ok e valori al di sotto di 10 mpn per cento millilitri, ma pur restando ben dentro i limiti il doppio campione del 14 maggio vede gli escherichia coli a 305 e gli enterococchi a 134.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro