Quotidiani locali

Scrutinio choc: due classi senza studenti promossi

Livorno: è accaduto in una sezione dell’Ipsia Orlando e del Nautico Cappellini  dove c’è stata anche un’altra situazione con un unico alunno non respinto

LIVORNO. Bocciati, non scrutinati o rimandati. Tutti quanti. All’istituto Trasporti e Logistica “A. Cappellini” e al professionale “L. Orlando” ci sono due classi in cui nessuno dei componenti, in totale 24 ragazzi, è stato promosso. Sempre al Cappellini, inoltre, c’è un ulteriore classe in cui figura un unico alunno promosso, mentre gli altri 16 studenti sono stati bocciati o sottoposti alla sospensione del giudizio. Un caso, quest’ultimo, che permette ai docenti di rinviare di qualche mese la valutazione delle competenze degli studenti in tutte quelle materie nelle quali sono state riportate delle insufficienze. Niente bocciatura immediata, dunque, ma prove da sostenere prima dell’avvio del nuovo anno scolastico.

L’ultimo dei quali, quello che si è appena concluso, per almeno 40 studenti dell’Istituto di istruzione superiore Buontalenti – Cappellini – Orlando non è terminato nel migliore dei modi. In una classe del Nautico, in particolare, a fronte dell’unico promosso, ci sono stati dieci ragazzi non ammessi, mentre per sei studenti lo scrutinio ha portato alla sospensione del giudizio, cioè alla necessità, per loro, di recuperare le insufficienze nei prossimi mesi.

Per quanto riguarda i compagni della stessa scuola, ma di una differente sezione, invece, in tre sono stati bocciati e in nove rimandati. In una classe dell’Ipsia, infine, due ragazzi non sono stati ammessi e quattro sono stati rimandati. Sei di loro, d’altra parte, risultano non scrutinati e dunque, di fatto, bocciati: capita, ad esempio, quandoviene superato il numero massimo delle assenze consentite. Di tutti i casi pubblichiamo in pagina il cartellone dello scrutinio-choc cancellando però i nomi per tutelare la privacy degli studenti .

Dal Buontalenti – Cappellini – Orlando fanno sapere che c’è già stata, in passato, un’occasione in cui si è verificata una situazione simile, con classi nelle quali, dopo lo scrutinio di giugno, non si è registrata neanche una promozione. Nel caso specifico delle sezioni di Nautico e Istituto professionale prese in considerazione in questa sede, dove 40 studenti su 41 non sono stati ammessi alla classe successiva, non sembrano esserci stati gravi problemi di condotta. Dall’istituto si spiega infatti che il motivo di un tale stato di cose è da collegarsi unicamente alle carenze nel rendimento dei ragazzi e alle numerose insufficienze da loro riportate.

Tendenzialmente, per uno studente, la bocciatura scatta con almeno quattro voti che, a fine anno, si trovano sotto il livello della sufficienza, ma dipende dalla gravità delle valutazioni e dalle decisioni prese dal consiglio di classe. Ogni sezione, insomma, è un mondo a sé, caratterizzato da proprie dinamiche interne. E per ogni sezione sarebbe necessario analizzare il contesto della classe. Tutto ciò anche per capire che cosa può essere successo all’interno di una realtà in cui il numero dei ragazzi bocciati o rimandati è così alto.

Il Tirreno, per capire che cosa sia successo, ha provato a contattare i docenti che coordinano le tre sezioni prese in considerazione, ma il dirigente scolastico dell’istituto di istruzione superiore ha impedito la possibilità di qualsiasi comunicazione.Intanto è prevista per oggi la consegna dei documenti scolastici agli studenti e alle loro famiglie. L’unico promosso, dunque, potrà accedere alla successiva

classe, mentre ai genitori di coloro per i quali c’è stata la sospensione del giudizio saranno comunicati i voti dei figli nelle varie discipline e sarà argomentata la pianificazione degli interventi che saranno intrapresi per recuperare il debito formativo.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro