Quotidiani locali

Vai alla pagina su Livorno, la guida all'estate

Livorno in bianco e alla Terrazza c’è il villaggio del Palio

30 giugno-1 luglio. La Cena in Bianco è un evento recente ma che ha subito riscosso grande successo. Mentre torna la tanto attesa sfida in mare tra i rioni cittadini

LIVORNO. Il conto alla rovescia è partito: sabato 30 giugno, davanti alla Terrazza Mascagni, si accenderà il Palio marinaro, la manifestazione che dopo la Coppa Tito Neri Risi’atori e la Coppa Ilio Dario Barontini, chiude il circuito delle gare remiere livornesi. L’ambito “trittico” della città dei Quattro Mori. L’appuntamento va in scena in uno dei luoghi simbolo della Toscana che guarda verso il mare: davanti allo scacchiere della Terrazza Mascagni, tra i bagni Pancaldi e il faro di Livorno, a pochi metri dal museo Fattori di Villa Mimbelli, che custodisce le opere d’arte dei macchiaioli.

La manifestazione si accenderà per la prima volta di sabato, anziché di domenica, a partire dalle 20. A quell’ora gli otto equipaggi a dieci remi che rappresentano i rioni della città si posizioneranno alla partenza: Venezia, Borgo cappuccini, Ovosodo, Pontino, Ardenza, San Jacopo, Salviano, Labrone.

Il campo di gara è in mare aperto, davanti alla Terrazza: gli armi si danno battaglia, uno di fianco all’altro, in un percorso lungo circa duemila metri che va dagli storici Pancaldi all’acquario comunale. Si allineano alla partenza e via: lo sparo dello starter segna l’inizio della regata.

I timonieri delle otto imbarcazioni di legno lasciano la corda che li tiene vicini alle boe e lanciano i vogatori verso il percorso. Il tifo è assicurato, con una rivalità simile al Palio di Siena.

Passano circa 500 metri prima che il pubblico radunato sullo scacchiere possa vedere il primo dei tre giri boa che decidono la competizione.

In generale i momenti che segnano i giri di boa sono i più amati dagli spettatori: si tratta di manovre delicate e complicate per gli equipaggi guidati dal timoniere e permettono a chi segue di fare i primi pronostici sull’andamento della gara. L’arte di remare, del resto, ha bisogno di esperienza e costanza per raggiungere i suoi livelli più alti: non si tratta di pura e semplice resistenza. Ma come ripetono i protagonisti delle cantine storiche, bisogna avere confidenza con le correnti, saperle sfruttare, imparare a “nuotare” come un unico grande pesce che in mezzo al mare può contare su dieci “colpi di coda”. La gara degli otto equipaggi a dieci remi sarà preceduta, come ogni anno, dalle sfide delle categorie under 18 e femminile, che invece si contendono la vittoria su imbarcazioni di legno a quattro remi, le cosiddette gozzette.

Quella del Palio marinaro non sarà solo una manifestazione sportiva, ma una vera e propria festa. Nell’area della Terrazza Mascagni sarà infatti allestito il Villaggio del Palio, che per quattro giorni colorerà il primo tratto del lungomare di Livorno: da giovedì 28 giugno a domenica 1 luglio. Ci saranno stand e banchetti, un palco per la musica, spazi per cenare o fare l’aperitivo, con il coinvolgimento di due realtà dell’area, l’acquario e il Surfer Joe.

«Stand, banchetti, punti di ristoro e spettacoli – ripete Maurizio Quercioli, presidente del comitato organizzatore del Palio marinaro – renderanno la Terrazza un punto di riferimento per tutta la città». E non solo.

Gli equipaggi vincitori saranno premiati domenica primo luglio, quando l’area intorno al Gazebo della Terrazza si colorerà di bianco. Quella sera ci sarà infatti una sorpresa per tutti coloro che vorranno raggiungere Livorno per una cena diversa dal solito: le tavolate saranno apparecchiate a due passi dal mare per la terza edizione livornese della Cena in Bianco. Ovvero una cena fai da te, alla quale chiunque può partecipare, purché segua alcune regole ben precise. A cominciare dagli abiti e dall’apparecchiatura rigorosamente di colore bianco. «Vogliamo raddoppiare i partecipanti da 500 a mille, e abbiamo bisogno del vostro passaparola», è il messaggio che è stato lanciato sui social network da organizzatori e partecipanti ormai affezionati in vista del primo luglio.

L’iniziativa quest’anno è promossa e organizzata da Pro Loco Livorno e associazione Reset, in collaborazione con il comitato Palio marinaro e con il patrocino del Comune.

Così, nel primo giorno di luglio, il bianco si mescolerà ai colori dei vari rioni. Per

la tradizionale Notte Bianca ci sarà invece da aspettare ancora qualche giorno: sarà la notte tra il 7 e l’ 8 luglio, e molti locali e attività del centro e del lungomare promettono sorprese sotto le stelle, fino a tarda sera, tra musica e spettacoli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro