Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Barche, mare e banchine il lavoro raccontato a colpi di clic

Il piano terra di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva) fino al 1° luglio apre le porte alla fotografia e, al tempo stesso, offre una splendida occasione per ammirare le collezioni della pittura macchiaiola

LIVORNO. Il piano terra di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva) fino al 1° luglio apre le porte alla fotografia e, al tempo stesso, offre una splendida occasione per ammirare le collezioni della pittura macchiaiola ai piani superiori: la Fondazione Carlo Laviosa insieme al Comune di Livorno promuove una mostra che fissa lo sguardo sul lavoro nel mondo della nautica (cantieri velici, circoli nautici e attività correlate), curatore l’art director della Fondazione Serafino Fasulo.

È visitabile (ingresso gratis) dal martedì alla domenica ore 10-13 e 16-19. Sessanta scatti di 19 fotografi raccontano a colpi di clic i mestieri del mare: sono Alessio Brondi, Andrea Vadacca, Davide Scanu, Elide Cataldo, Federica Bertolli, Flavio Buzzini, Francesca Giari, Francesca Guarnieri, Franco Biondi, Giacomo Vitali, Gian Luca Dati, Gianluca Savi, Giovanni Lugheri, Leonardo Lorenzoni, Marco Boria, Nicola Salza, Paolo Fontani, Pier Corradin, Simona Simoncini. Rientra in un più ampio progetto della Fondazione Laviosa che tramite l’arte fotografica vuol indagare sul rapporto tra lavoro e individuo, e sul senso ultimo di un’attività economica.