Quotidiani locali

Dopo 15 anni riapre lo Chalet della Rotonda

Livorno, lunedì 18 giugno il taglio del nastro, il 20 la partenza delle attività. «Torni ad essere un salotto per la città»

LIVORNO. Ci siamo. Lunedì 18 giugno, a quindici anni dalla chiusura, riaprirà lo storico Chalet della Rotonda. Il 18 giugno alle 11.30 costruttori e gestori taglieranno il nastro insieme alle autorità della città. La sera intorno alle 20.30 festeggeranno con i collaboratori e con chi ha seguito da vicino il percorso di trasformazione della struttura. Quindi mercoledì 20 le porte dello Chalet saranno riaperte al pubblico. Nei nuovi spazi a vetri (circa 300 metri) costruiti intorno a quel che restava dell’edificio liberty, sono nati una gelateria-caffetteria, pasticceria, cocktail bar, una cucina a vista dove preparare i piatti. Nella palazzina storica è stato ricavato lo spazio eventi, mentre nell’area esterna, la “piazzetta”, c’è una sorta di anfiteatro naturale con nuovi arredi.

A gestire la struttura sarà la Cdr srl, che vede l’unione di due nomi storici della pasticceria livornese: Labronica e Sergio Cristiani. Lo farà per trent’anni in sub-concessione alla società che nel 2013 ha vinto il bando del Comune e che si è occupata della trasformazione: società amministrata dal presidente di Confindustria, Alberto Ricci, e formata da Programma costruzioni srl, società Ginnastica livornese srl, Pasticceria Labronica e Sergio Cristiani.
«Finalmente apriamo, a cinque anni dal bando e dopo sedici mesi di lavori», dice Ricci a una settimana dal taglio del nastro. «È chiaro – aggiunge – che per noi è una soddisfazione. L’ambizione è che non diventi solo uno spazio dove si somministrano cibo e bevande, ma che torni ad essere un punto di aggregazione per la città».

leggi anche:

CHALET-E_WEB

Ecco in anteprima il nuovo Chalet della Rotonda

La giunta ha approvato il progetto per la realizzazione dell’intervento di restauro e di ampliamento: ecco l’immagine al computer dell’edificio che sarà realizzato dalla Programma Costruzione. Il via ai lavori subito dopo l’estate



Aspetto su cui insistono anche i rappresentanti della Cdr, che vede impegnati Sergio Cristiani e Giorgio Arpesani, insieme alle mogli Federica e Francesca Garaffa. «Siamo soddisfatti, speriamo che torni ad essere un salotto per Livorno, un luogo di incontro per tutti». Le porte dello Chalet, dopo una lenta agonia, furono chiuse nel 2003 per motivi igienico sanitari. Da allora il Comune ha cercato più volte di riqualificarlo, andando però incontro a una serie di intoppi, compreso un contenzioso giudiziario con le aziende che nel 2008 si aggiudicarono il primo bando. La svolta è arrivata tra il 2013 e il 2014, quando l’associazione temporanea di impresa ha vinto l’ultima gara per la progettazione, la realizzazione e la gestione. Il cantiere è stato aperto all’inizio del 2017.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro