Quotidiani locali

Addio a Carlo Mini, storico dirigente della Pro Livorno Sorgenti

Livorno, lutto nel mondo del calcio. Il ricordo commosso di mister Niccolai: "Gli abbiamo fatto l'ultimo regalo con la promozione"

LIVORNO. Ha atteso che i suoi ragazzi conquistassero la promozione in Eccellenza prima di andarsene. Stava male da tempo, ma ha voluto festeggiare insieme alla squadra, la sua Pro Livorno Sorgenti che aveva visto crescere in 16 anni di dirigenza. Si è spento ieri Carlo Mini, 83 anni, storico volto della società biancoverde, un punto di riferimento per giocatori, allenatore e per tutto il settore giovanile.

Per oltre 30 anni ha lavorato al distributore di benzina in via Firenze e da quando era andato in pensione si era dedicato con tutto il cuore al calcio. «L’unica consolazione in questo momento così brutto – racconta mister Matteo Niccolai con la voce rotta dall’emozione – è quella di essere riusciti a informarlo della vittoria del campionato. Quando abbiamo ottenuto la promozione, alcuni giocatori e dirigenti sono andati a trovarlo: era felice. Sapevo che stava poco bene, ma non riesco ad abituarmi all’idea che non ci sia più».

Al Magnozzi, Mini era conosciuto da tutti ed è per questo che ieri, da quando si è diffusa la notizia, alle Sorgenti è stata una giornata di lutto e dolore. «Prima delle partite – continua Niccolai – veniva sempre a parlare con i giocatori. Era uno tra i dirigenti che stavano più vicino alla squadra. Quando giocavamo in casa pranzava con noi e dava forza ai ragazzi. Non era una persona esuberante, era riservato ed educatissimo. Ma è proprio per questo che tutti gli volevano bene».

Ma la Pls non era stata la sua unica squadra. «Era alle Sorgenti da 16 anni – spiega il presidente Mauro Bartoli – ma prima di venire qui era all’Antignano, società che ha fatto crescere tantissimo. Nella sua vita si è impegnato molto per i ragazzi, lavorando giorno e notte per incrementare i settori giovanili. È stato un esempio

per tutti noi e non lo dimenticheremo mai». Carlo lascia la moglie Armanda, i figli Daniele e Michela e le nipoti Sofia e Assia. I funerali si svolgeranno mercoledì 16 maggio alle 16. 30 alla camera mortuaria sul viale Alfieri. Poi la salma verrà portata al cimitero dei Lupi.
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori