Quotidiani locali

«Può colpire ancora», arrestato dopo la tentata rapina in tabaccheria - Il video

Livorno, Andrea Bardini, 44 anni, aveva tentato il colpo in via Solferino il 4 maggio scorso. Ha lanciato una sostanza corrosiva contro il tabaccaio: è finito ai domiciliari  

LIVORNO. L’orologio della telecamera di videosorveglianza segna le 20,49 del 4 maggio scorso. Passa no un paio di secondi e dalla porta d’ingresso della tabaccheria di via Solferino entra un uomo: indossa un paio di pantaloni con una fascia catarifrangente all’altezza della caviglia, un giaccone scuro e in testa ha un casco nero. In mano, invece, tiene un contenitore. All’interno – si scoprirà successivamente – c’è una sostanza corrosiva, forse candeggina. È questa l’arma che usa per minacciare il tabaccaio, padre del titolare del negozio. Nelle immagini acquisite dalla squadra mobile della polizia si vede il rapinatore che si rivolge al negoziante, gli chiede i soldi dell’incasso. Ma l’uomo, Vincenzo Russo, 71 anni, invece di cedere, reagisce: si sposta lungo il bancone e da un angolo prende un bastone.

leggi anche:



È nel momento in cui il rapinatore capisce il pericolo che lancia contro il settantunenne la sostanza corrosiva prima di scappare. A distanza di dieci giorni dal tentato rapina , la polizia ha arrestato l’autore del colpo. Andrea Bardini, 44 anni, da ieri è agli arresti domiciliari nell’abitazione dove vive, a poche centinaia di metri dalla tabaccheria che voleva rapinare. La misura cautelare è stata firmata dal giudice delle indagini preliminari Antonio Del Forno su richiesta della pubblico ministero Antonella Tenerani.

Secondo il giudice, infatti, la necessità degli arresti domiciliari è legata alla possibilità che il quarantaquattrenne possa colpire di nuovo. Intanto proseguono gli accertamenti da parte degli investigatori soprattutto per capire la natura della sostanza usata dal rapinatore. Gli agenti della mobile, che avevano identificato Bardini subito dopo l’allarme lanciato dal negoziante, la sera stessa del colpo si erano presentati a casa dell’uomo dove hanno trovato e sequestrato alcuni indumenti che il quarantaquattrenne indossava quando è entrano nel negozio. »Non ho fatto niente», ha cercato di difendersi l’uomo. È dalle analisi di laboratorio che gli investigatori potrebbero avere le ultime risposte che cercano per poter chiudere il caso.

Tenta la rapina con l'acido dal tabaccaio, arrestato Livorno: Andrea Bardini, 44 anni, è finito ai domiciliari a distanza di dieci giorni dal colpo in via Solferino



 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori