Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Alluvione, sono ripartiti i lavori in piazza delle Carrozze

Gli operai di Clc hanno ripreso l’intervento sull’argine destro del botro Stringaio  Sul posto anche Asa che ha impostato il by-pass delle condutture di acqua e gas 

LIVORNO. Piove nel pomeriggio a Montenero, ma la ruspa continua a scavare l’alveo dello Stringaio. Ieri sono infatti ripartiti, finalmente, i lavori in piazza delle Carrozze e nel tratto a valle del rivolo che la notte del 10 settembre si è gonfiato all’inverosimile portandosi dietro una valanga di fango, detriti e distruzione.

Dopo circa un mese di stop, si sono rivisti gli operai della Clc, che avevano interrotto l’intervento a seguito dei problemi finanziari che sta attraversando la cooperativa. Sono due i cantieri che hanno ripreso a marciare. Il primo, sul lato a monte della piazza, nella voragine aperta da tempo dove da giovedì stanno intervenendo anche i tecnici di Asa per deviare tre condutture dell’acqua e una del gas che intralciano la nuova sezione del torrente che si infila sotto la piazza. Sezione che da poco più di un metro, tanto era stretta prima dell’alluvione, è stata allargata a una luce netta di tre metri e mezzo, per circa 2 e venti di altezza. Il secondo cantiere, invece, si trova subito sotto la piazza, dove si sta realizzando un muro in cemento armato per ridisegnare il nuovo argine destro dello Stringaio.

Un sopralluogo in mattinata sul posto l’ha fatto anche l’assessore Alessandro Aurigi insieme all’ingegnere del Comune Alessio Bozzi. «Ho chiesto ad Asa - ha detto l’assessore - un incremento di personale, per cercare di accelerare i lavori e ridurre i tempi al massimo possibile». Quello di Asa è un intervento tecnicamente complesso: per ogni tubazione sono quattro i nuovi tratti da realizzare, con due collegamenti ciascuno. E stiamo parlando, oltre a quella del gas, della deviazione di una condotta da 200 mm (e 180 metri di pressione) che alimenta tutta Montenero fino al Santuario, di una da 150 che alimenta Quercianella e Castellaccio, e l’ultima, la rete “Villa Panerai” dedicata alle utenze di piazza delle Carrozze e quelle delle strade vicine. Non appena i tecnici di Asa avranno completato l’intervento (si parla più o meno di una ventina di giorni, perché per limitare i disagi si dovrà procedere a una tubazione per volta) toccherà a Telecom che avrà bisogno di altri 15 giorni per spostare i cavi delle sue linee (anche se potrebbe recuperare una settimana lavorando in sovrapposizione con Asa). A questo punto Clc potrà ricoprire e asfaltare questa prima porzione che rimarrà comunque a servizio del lotto che si aprirà subito dopo.

leggi anche:



Un nuovo lotto che per circa 40 metri andrà ad allargare a 3,5 metri la stessa sezione idraulica del fosso, nel tratto a monte che attraversa una serie di proprietà private. Si dovranno inserire prima dei micro pali sugli argini per garantirne la stabilità, poi si procederà allo scavo e alla gettata di cemento armato anche sul fondo, che in parte sarà rivestito in pietra. Qui il botro rimarrà per la maggior parte scoperto come è adesso. L’unico “tappo” previsto, qui servirà per realizzare alcuni posti auto per le abitazioni che hanno perso una fetta di terreno. Un’operazione che se tutto va bene dovrebbe concludersi entro agosto.

Al termine, si riaprirà al traffico l’area, e si passerà all’ultima parte del corso sotterraneo dello Stringaio. Anche qui, sventrando la carreggiata compresa tra la stazione della funicolare e la rotatoria al centro della piazza (fino al punto cioè in cui il fosso, dopo una curva a gomito si riallarga prima di tornare allo scoperto) verranno impiantati i micro pali e lo scavo sarà allargato a 3,5 metri con alveo in cemento. Per la copertura di questa porzione (circa quaranta metri) saranno invece utilizzate “beole”, che possono essere rimosse per intervenire, quando necessario alla manutenzione del canale. Fine lavori prevista: tra ottobre e novembre. Oltre un anno dopo la tragedia.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro