Quotidiani locali

Papa Francesco va da un altro prete ribelle - L'editoriale

Il pontefice in visita a Nomadelfia, la città dove la fraternità è legge, renderà omaggio al fondatore don Zeno Saltini. Un nuovo tassello dopo i riconoscimenti a don Milani e don Mazzolari

Ancora un prete ribelle. Don Zeno Saltini (1900-1981), il fondatore di Nomadelfia, la città dove la fraternità è legge: così dice il nome derivato dal greco antico. È un luogo reale alle porte di Grosseto, ci vivono 50 famiglie molto speciali, meno di 300 persone. Una comunità ispirata da un socialismo evangelico; tutti vi contribuiscono secondo le loro capacità, tutti ottengono secondo i loro bisogni; non esiste proprietà privata e non circola denaro; hanno una scuola interna e i giovani studiano fino a 18 anni. Da più di mezzo secolo questo fazzoletto di Maremma è fertile non solo di buoni prodotti della terra. A Nomadelfia giovedì prossimo si recherà Papa Francesco. Un omaggio a don Zeno che quando fu in attività non ebbe vita facile nella chiesa dei suoi tempi. Era già morto quando nel 1989 Giovanni Paolo II fu il primo a visitare Nomadelfia.

Oggi con don Milani e la sua scuola di Barbiana, e don Primo Mazzolari il prete antifascista e partigiano confinato nella parrocchia di Bozzolo in Lombardia, don Zeno compone una triade cui Jorge Mario Bergoglio sembra affidare la missione della chiesa contemporanea. «Ridare ai poveri la parola perché senza la parola non c'è dignità e quindi neanche libertà e giustizia» disse il pontefice sulla tomba di don Lorenzo Milani nel Mugello poco meno di un anno fa. La chiesa degli ultimi, ospedale da campo per chi soffre, aperta a tutti senza pregiudizi, attenta alla difesa della natura e dell'ambiente, sensibile ai temi dell'occupazione e dei diritti dei lavoratori perché il lavoro - dice questo pontefice - imprime l'unzione della libertà.

Agli occhi degli ultraconservatori cattolici il Papa venuto dalla fine del mondo è un usurpatore del trono petrino. Per le orecchie dei

tradizionalisti di sinistra usa un linguaggio spiazzante. Un leader carismatico tanto amato quanto avversato. Tra 4 giorni a Nomadelfia, è facile ipotizzare, poggerà un'altra pietra angolare della chiesa futura. La chiesa francescana. Buona domenica dunque.


 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori