Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Montenero sorride: torna in funzione la funicolare

Livorno, ripristinata la stazione a valle, sostituito un trenino. Il nuovo ponte ha aumentato di dieci volte la portata

LIVORNO. La funicolare è ripartita martedì 20 marzo con la corsa delle 7.30. Quasi sette mesi dopo il disastro che la notte del 10 settembre spazzò via una parte della massicciata danneggiando stazioni e convogli, lo storico trenino di Montenero è tornato da ieri in servizio permanente e effettivo. In realtà già dall’8 dicembre c’era stata una prima ripartenza, dopo i lavori di somma urgenza che avevano permesso di rendere di nuovo agibili e fruibili le stazioni e il servizio, con tanto di inaugurazione ufficiale, battezzata dal sindaco Filippo Nogarin e dal presidente di Ctt Nord Andrea Zavanella. Poi, l’8 gennaio, era stato necessario un nuovo stop, con l’istituzione di un servizio sostitutivo (attraverso bus collegando, ogni mezz’ora, piazza delle Carrozze con la piazza del Santuario) per permettere di ultimare un ulteriore intervento sulla sede stradale di via dei Vallombrosiani, con l’interessamento del ponte che scavalca i binari, e che finalmente ha portato alla ripartenza definitiva.

leggi anche:



C’era infatti da demolire il vecchio ponte di servizio che fu costruito intorno al 1908 per permettere di oltrepassare i binari quando fu realizzato il tracciato che spezzava in due l’abitato. Proprio a seguito dell’alluvione, al di là del ponte, come spiega il direttore d’esercizio della funicolare Emiliano Cipriani, si devono realizzare interventi di consolidamento, e per permettere ai mezzi pesanti di attraversarlo si è deciso di demolirlo e sostituirlo con una struttura in acciaio, rispettando i vincoli della soprintendenza. Dalla portata di 3,5 tonnellate del vecchio ponte si è passati così alle 44 tonnellate del nuovo in modo tale che ora è possibile il passaggio dei mezzi per la messa in sicurezza del crinale. La stazione di valle che aveva subito i maggiori danni (sono stati sostituiti i cancelletti e ripristinati gli impianti elettrici) era stata già ripulita e rimessa a nuovo l’8 dicembre, così come il trenino numero 2, mentre in alcune zone della massicciata era stata portata via la ghiaia sottostante il binario che in un tratto di 20 metri era rimasto sospeso nel vuoto. Si aggiungeranno a breve interventi sul manto di copertura del tetto della stazione di valle e il rifacimento della terrazza di quella a monte.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro