Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Alluvione, i bimbi motosi in Vaticano da papa Francesco

Livorno, mercoledì 24 gennaio la delegazione di Reset in udienza da Papa Francesco: «Partiremo alle 4 in pullman per portargli il calendario»

LIVORNO. Dopo essersi diffuso a macchia d'olio nelle case e nei negozi dei livornesi ed essere arrivato fino al popolare bancone di Striscia la Notizia, il calendario 2018 dei #bimbimotosi è pronto per sbarcare nientemeno che in Vaticano, forse direttamente tra le mani di Papa Francesco. A darne notizia è Mirko Mirabelli, storico membro dell'associazione Reset, che dal 2012 opera su Livorno (ricordiamo, tra le tante iniziative, la pulizia delle Terme del Corallo e l'apertura della Palestra Il Prato per ragazzi disabili) e che nei mesi successivi all'alluvione si è prodigata nella realizzazione dell'ormai celebre calendario insieme a Cristina Giaconi e Barbara Suich, le due responsabili della pagina Facebook che ha raccolto tutto il materiale fotografico inerente all'alluvione del 10 settembre affinché non andasse perduto.

L'appuntamento è per mercoledì 24 gennaio, a Roma: «Partiremo mercoledì mattina alle quattro dal campo scuola, l'udienza si terrà alle 10 in Sala Nervi- spiega Mirabelli- non sappiamo ancora se ad accompagnarci ci saranno monsignor Simone Giusti o il responsabile della curia livornese Don Donato Mollica. L'attesa è tanta e l'entusiasmo dirompente, sarebbe bellissimo poter consegnare il nostro calendario proprio al Papa». L'incertezza deriva dal fatto che la delegazione livornese sarà ospitata in un'udienza che è un po' più ristretta rispetto a quella generale di piazza San Pietro, ma che ospita comunque ben seimila persone.

leggi anche:



Ma com'è che il calendario realizzato da una piccola associazione cittadina è arrivato a essere in procinto di varcare le soglie della Santa Sede? E' lo stesso Mirabelli a raccontarlo: «E' nato tutto un po' per gioco, anche se questa espressione potrebbe sembrare inopportuna. Commentando la notizia di Sergio Giovannini che era riuscito a portare il calendario in televisione, a Striscia la Notizia, mi è venuto di fare una battuta e di dire: “Va bene, vorrà dire che io lo porterò dal Papa!”. E chi l'avrebbe detto che sarebbe diventata realtà? Un ringraziamento speciale voglio farlo al giornalista Sky Pietro Schiavazzi, una persona squisita che ci ha aiutato molto per intraprendere l'iter necessario per arrivare all'appuntamento di mercoledì».

Dall'orrore e dal dolore del 10 settembre a un messaggio di forza e di speranza: «Non avrei mai creduto, a cinquant'anni, di fare questa girata speciale a Roma insieme a tante belle persone, ragazzi e ragazze. Questa è la dimostrazione del fatto che l'impegno viene sempre premiato e che credendo nelle cose che ognuno di noi cerca di realizzare si possono ottenere risultati inaspettati. Più siamo e più cose possiamo fare per gli altri e per la città».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro