Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
 Dalla Camera di Commercio 2,5 milioni di investimenti

Dalla Camera di Commercio 2,5 milioni di investimenti

Breda annuncia: nei conti 2018 è previsto il dimezzamento del disavanzo. Bando da 50mila euro per rimborsare agli alluvionati la quota associativa

LIVORNO. La Camera di Commercio mette a bilancio preventivo per il 2018 il dimezzamento del disavanzo e annuncia 2,5 milioni di investimenti complessivi per il territorio, e per gli alluvionati livornesi lancia un bando di rimborso della quota associativa. È il presidente Riccardo Breda a dirlo: senza nascondere, parafrasando una nota canzone, che «il 2017 è stato un “anno da mediano”» («ci siamo concentrati sul riassesto della struttura camerale»). E per l’anno appena iniziato? «Abbiamo messo a bilancio preventivo una riduzione del disavanzo a 750mila euro, con l'obiettivo di raggiungere l'equilibrio mantenendo intatto il livello dei servizi».

Traguardo non facile da raggiungere, visti la piaga endemica dell'evasione (il 30% degli associati ancora non paga il canone che l'ente deve comunque versare allo Stato), i vincoli imposti dalla spending review che obbligano la Camera alla restituzione di ulteriori 420mila euro, e l'annuncio di un bando da 50mila euro per il rimborso del diritto camerale agli alluvionati livornesi: «La riforma ci ha colpiti duramente, e inoltre siamo l'unico ente pubblico che paga l'Imu. Ma ai nostri associati colpiti dal maltempo vogliamo dare un segnale di attenzione».

Breda promette inoltre investimenti pari a 2,5 milioni («il 25% delle nostre entrate è a disposizione delle imprese», specifica il segretario generale Pierluigi Giuntoli) fra interventi economici e risorse aggiuntive, da erogare sotto forma di bandi sulle province di Livorno e Grosseto: «Puntiamo su industria 4.0, alternanza scuola/lavoro, e - diversamente da altre sedi camerali - anche alla promozione e valorizzazione dei beni culturali e del territorio. Manterremo poi il ruolo di capofila nel progetto sul Distretto Agroalimentare».

E proprio in questa direzione la Camera annuncia la creazione di otto comitati consultivi sui temi strategici (infrastrutture e trasporti, arcipelago, tutela del mercato, commercio, agricoltura, turismo, portualità e logistica, industria e manufatturiero). Ma il gioiello della corona rimane il Centro studi: «Con 20 ricerche economiche presentate nel 2017 abbiamo fornito elementi fondamentali per gli amministratori del territorio», spiega il presidente, che sottolinea i buoni rapporti con la Regione e l'Authority ma glissa sui Comuni. E sul nodo-privatzzazione
della Porto Livorno 2000 (società partecipata anche dalla stessa Camera) Breda conclude: «L'azienda è un asset strategico per lo sviluppo della città. Mi auguro che il passaggio ai privati si faccia al più presto possibile, i rallentamenti sono dovuti solo alla burocrazia».

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik