Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Alluvione, soldi dalla Regione anche alle associazioni

La domanda dovrà essere presentata entro il 31 gennaio prossimo  Il limite massimo del contributo erogabile è pari a 8 mila euro

LIVORNO. Anche le associazioni che hanno subito danni a causa dell’alluvione del 10 settembre potranno accedere a misure di risarcimento, già disposte per i privati cittadini e le imprese. Lo prevede il bando regionale pubblicato a seguito del decreto del presidente della Giunta Regionale del 20 dicembre (http: //www.regione. toscana. it/-/emergenza-livorno) che dispone per le associazioni l’erogazione dei contributi previsti. Il bando rimarrà aperto fino al 31 gennaio 2018 ed è riservato, appunto, a quelle associazioni senza alcuna attività lucrativa che abbiano subito danni a seguito dell’alluvione del 10 settembre 2017.

In particolare, potranno accedere al contributo i soggetti privati diversi dalle persone fisiche non esercenti attività d’impresa se non in via accessoria e strumentale, nei comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo e che abbiano presentato la scheda B o C di ricognizione del danno entro il 16 ottobre scorso.

Il limite massimo del contributo concedibile è pari a 8 mila euro. I beni danneggiati per i quali è ammissibile il contributo sono: gli immobili che costituiscono sede principale, secondaria, transitoria e che comunque risultano strumentali all’attività caratteristiche dei soggetti aventi diritto (con esclusione degli immobili o porzioni di immobili realizzati in difformità alle disposizioni urbanistiche ed edilizie ove tale difformità comporti variazioni essenziali ai sensi della legge 28/2/1985 n. 47 e successive modifiche e integrazioni, salvo che sia intervenuta sanatoria); le immobilizzazioni e i beni in genere utilizzati quali beni mobili di proprietà e in uso, strumentali e registrati, attrezzature, macchinari dai soggetti aventi diritto: gli impianti funzionali all’immobile e all’attività.

leggi anche:



La domanda, pena inammissibilità, dovrà essere presentata nella forma della dichiarazione sostitutiva secondo l’apposito modello di scaricabile in rete, e sottoscritta dal legale rappresentante. L’indirizzo al quale far recapitare le domande (per raccomandata A/R) è: Sviluppo ToscanaSpa, Via dei Pensieri, 56 – 57128 Livorno. Per la scadenza, prevista al 31 gennaio 2018, farà fede il timbro postale di invio della raccomandata. Per ogni richiesta di informazione sono attivi il numero di telefono 0586/1836919 e l’indirizzo email: csa. associazioni@sviluppo. toscana. it. Sul sito della Regione (http: //www. regione. toscana. it/-/emergenza-livorno) oltre al modello di domanda sono consultabili il testo del decreto e le disposizioni relative al provvedimento.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro