Quotidiani locali

Scuola, al Cecioni il derby dei licei ma l’Enriques è in recupero

Livorno, secondo il dossier della Fondazione Agnelli gli istituti della città perdono colpi rispetto al resto della Toscana

LIVORNO. Il liceo Cecioni indirizzo scientifico si conferma in testa alla top ten degli istituti cittadini secondo Eduscopio, il dossier della Fondazione Agnelli che fa la “fotografia” di quel che combinano gli studenti dopo le scuole superiori. Occhi puntati su esami sostenuti, crediti acquisiti e voti ottenuti al primo anno di università: «quello maggiormente influenzato dal lavoro fatto durante gli anni della scuola secondaria», come spiega l’équipe dei ricercatori. Ce la fa battendo l’altro liceo scientifico labronico, l’Enriques, che però riesce ad accorciare il divario (che risulta più che dimezzato rispetto all’analoga indagine dello scorso anno).

leggi anche:



Ma il derby che l’istruzione livornese perde è quello con il resto del sistema scolastico toscano, se quel che ci interessa è la preparazione in vista dell’università. Basti dire che gli istituti labronici figurano ben lontano non solo dall’Olimpo delle scuole superiori ma anche dal gruppo delle prime dieci: per trovare traccia di scuole livornesi nella graduatoria dei licei scientifici bisogna scendere fino al 18° posto (per il Cecioni) e al 25° (per l’Enriques). Sorpassati, tanto per rimanere all’interno della nostra provincia, anche dal liceo piombinese Carducci (che fra gli istituti superiori a indirizzo scientifico si piazza undicesimo).

Non va meglio nel settore linguistico. Il Cecioni cinquista la 24ª posizione, e anche in questo caso c’è un istituto superiore della nostra provincia che lo supera: è il Fermi di Cecina (17°). E anche il liceo classico di via Ernesto Rossi non se la cava granché meglio fra le scuole dedicate al greco e al latino: 20ª posizione su scala regionale fra quelle del proprio campo d’istruzione.

Nella tabella della pagina a fianco i numeri raccontano questo problema, sempre guardando alla prospettiva universitaria. Abbiamo preso i dati relativi alle scuole superiori del nostro territorio provinciale “radiografate” da Eduscopio e, proprio come fa la ricerca della Fondazione Agnelli, abbiamo allargato lo sguardo per un margine di 30 chilometri tutt’attorno: includendo cioè Pisa, Pontedera e Cascina ma anche Volterra e Follonica e Massa Marittima. Il risultato è sotto gli occhi: gli standard di Pisa rimangono assai distanti, almeno secondo i parametri che Eduscopio ha preso in esame e messo sotto la lente.

E se anche il liceo pisano Dini ottiene un punteggio (lievemente) meno spaziale di quello registrato nella ricerca pubblicata dodici mesi fa, ecco che la flessione per il Cecioni è di oltre cinque punti percentuali tanto nell’indirizzo scientifico che in quello linguistico, di tre nell’artistico e di quasi sei e mezzo in quello delle scienze umane. Idem per il Vespucci-Colombo (con tre punti in meno nella graduatoria degli istituti tecnico-economici), per il Niccolini Palli (anch’esso con una flessione di tre punti sul fronte dell’istruzione classica e di quasi il doppio nell’indirizzo scienze umane). Lascia sul terreno invece poco meno di nove punti in un sol colpo l’Itg Buontalenti (nella classifica degli istituti tecnologici). Limita invece le perdite l’Iti Galilei (con una diminuzione di neanche due punti e mezzo). L’unica scuola che resiste invece più o meno sugli stessi valori è il liceo di via delle Bassata: anche se, come detto, di nuovo battuto dai “cugini” del Cecioni nell’eterno duello fra licei scientifici.

Quest’arretramento è generalizzato anche in altre città ma nella nostra sembra più evidente. A dirlo non è soltanto la graduatoria generale relativa ai 51 istituti superiori indicati qui accanto. La stessa musica troviamo se passiamo all’analisi indirizzo per indirizzo. Nei sette grandi indirizzi in cui Eduscopio suddivide l’istruzione superiore non ce n’è uno in cui Livorno primeggi appena si puntano i riflettori oltre i confini provinciali: prendendo in esame quest’area compresa nei 30 chilometri attorno al perimetro del territorio provinciale, ecco che Pisa detta legge. Ad esempio, nei licei scientifici con il liceo Dini e in campo classico con il Galilei. Non basta: nelle scienze umane primeggia l’istituto di Volterra, sul versante del linguistico l’Isis di Follonica, in campo tecnico-economico il Cattaneo di Cecina, nell’area tecnico-tecologica il Fermi di Pontedera.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista