Quotidiani locali

Labrador senza guinzaglio ferisce cagnolino

Livorno, il Jack Russel ha perso un occhio, la rabbia della padrona: «L’altra proprietaria è scappata via»

LIVORNO. Una passeggiata al guinzaglio con la sua padrona. Come tante. Come da 11 anni a questa parte fanno tutte le sere prima di tornare a casa. Eppure l’altra sera Skip, il piccolo Jack Russel di casa Torri viene aggredito da un altro cane simil-Labrador, nero, lasciato libero e perde un occhio. È la 54enne livornese a raccontare l’episodio avvenuto in via Lorenzini, all’altezza dell’asilo Cremoni.

«Sono ancora scossa: il mio Skip è stato aggredito venerdì e la cosa vergognosa è che la padrona dell’altro cane di grossa taglia, tipo Labrador, nero che girava senza guinzaglio neppure si è fermata a vedere che cosa fosse successo ma ha recuperato l’animale ed è scappata via», Barbara Torri, 54 anni, racconta minuziosamente ogni passaggio della vicenda. Quegli stessi dettagli riportati sulla denuncia fatta ai carabinieri, con tanto di referto del suo cane fatto dal suo veterinario di Coteto.

Torri, che lavora all’interno di una cooperativa che opera nel sociale, racconta che cosa ha subito Skip. «Aveva l’occhio completamente fuori dall’orbita e il veterinario che l’ha operato la sera stessa ha detto che è perso, che non vedrà più». Sa pure come si chiama l’animale che ha aggredito il Jack Russel: «Quando la padrona, una donna sulla quarantina, ha cercato di recuperare il suo cane velocemente lo ha chiamato per nome, Ettore e poi è scappata».

Torri non ha fatto in tempo a vedere dove. «Sono stati momenti concitati, mi sono subito presa cura del mio cane e non ho fatto in tempo a vedere dove poteva essere andata». Secondo il racconto della 54enne il simil-Labrador sarebbe sbucato improvvisamente da un cespuglio e avrebbe attaccato il Jack Russel. Tutto è accaduto in poco tempo. «Non ero vicino al parco che c’è in via Lorenzini perché purtroppo ci sono sempre tanti cani tenuti in giro senza guinzaglio e ho paura - va nei dettagli - Ero vicina alla scuola materna Cremoni, dove ci sono solo alcuni cespugli: il Labrador è piombato improvvisamente».

La donna è un fiume in piena di rabbia verso la proprietaria del cane che si è dileguata. Di delusione «per quanto alcuni esseri umani non sembrano conoscere la parola umanità, ma anzi, di fronte alle responsabilità preferiscono scappare». Ovviamente non manca la nota di denuncia. Contro tutti quei proprietari di cani che non rispettano le regole e continuano a portare fuori i propri animali a quattro zampe senza guinzaglio. «Faccio un appello alle forze dell’ordine, alla polizia municipale, per dire loro che servono veramente più controlli contro questa gente che imperversa nei parchi con cani lasciati liberi: sono un pericolo non solo per glia altri cani ma anche per chi frequenta i parchi, bambini compresi».

Da venerdì Skip non è più lo stesso. È dura accettare la realtà in casa Torri. «Adesso è come un

bambino piccolo, non riesce più a fare niente». Barbara Torri è tornata a casa con la denuncia fatta per l’aggressione subita dal suo cane. «Ribadisco che so il nome del cane: è una denuncia contro ignoti ma questi episodi non possono passare sotto silenzio. Servono più controlli e sanzioni».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon