Quotidiani locali

Via ai lavori alla funicolare,  il cantiere durerà due mesi

Livorno, la ditta Abate ha avviato l’intervento: il sogno è che il trenino riparta per il ponte dell’Immacolata. Il primo passo sarà ripristinare la massicciata sotto i binari disintegrata dalla pioggia

LIVORNO. I lavori alla funicolare di Montenero sono iniziati lunedì 9 ottobre. Come si temeva fin dai terribili giorni dell’alluvione, andranno avanti per parecchio tempo, ma meno delle previsioni iniziali che parlavano addirittura di sei mesi. Ora la stima è di una sessantina di giorni. Lo racconta in anteprima al Tirreno la ditta Abate che si occupa dei lavori.
Se non ci saranno intoppi significherebbe una possibile riapertura per il ponte dell'Immacolata, l’8 dicembre. Un piccolo miracolo per la vecchia funicolare che col santuario è uno dei simboli, religiosi e non solo, di Livorno. E potrebbe diventarlo anche della città messa in ginocchio, capace di rialzare la testa e camminare con le proprie gambe.

leggi anche:


Tuttavia, serve cautela: è presto infatti per sapere quando tutto tornerà alla normalità, anche perché molto dipenderà dal meteo. Basterà una settimana di pioggia per far sospendere i lavori e slittare la riapertura.
Intanto la prima pietra è stata messa: ieri erano quattro gli operai della ditta Abate con una ruspa, pale e picconi si sono messi al lavoro, accompagnati da un geometra e dal caposervizio Ctt che coordinavano il tutto.
È un passo importante e non scontato: perché per quanto simbolica, la funicolare poteva anche non rappresentare la priorità della ricostruzione. E invece ora c’è la certezza che la sua ultracentenaria storia continuerà.
«Serviranno tre ditte differenti per far ripartire la funicolare» ha spiegato proprio il caposervizio del Ctt, Marco Paci. «Il lavoro più grosso spetta all'Abate, che avrà il compito di ripristinare la massicciata sotto i binari. L'acqua ha rotto i tubi ed è fuoriuscita, creando una cascata che ha distrutto tutto. Lungo il tragitto della funicolare ci sono dei punti in cui le rotaie sono staccate da terra. I massi sono sparsi un po' ovunque, devono essere presi e rimessi al loro posto. Ovviamente ne serviranno anche altri che devono essere ordinati. Sui binari non è possibile arrivare con i messi specializzati, anche perché c'è una pendenza del 18 per cento. Perciò gran parte dei lavori dovranno essere fatti a mano. E questo allungherà i tempi. Ancora è presto per dire quando la funicolare riaprirà, se tutto va bene ci vorranno due mesi buoni».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics