Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Consiglio comunale, i banchi della maggioranza sono vuoti: non passa la sfiducia al sindaco

Livorno, all'inizio della seduta sono presenti solo i consiglieri dell'opposizione oltre che la giunta. Nogarin non interviene in aula ma dopo "parla" su Facebook 

LIVORNO. Consiglio comunale,  all'ordine del giorno la sfiducia al sindaco Filippo Nogarin ma i banchi della maggioranza sono vuoti. All'inizio della seduta di oggi, giovedì 5 ottobre, sono presenti solo i consiglieri dell'opposizione oltre che la giunta.

Per la minoranza sono presenti 15 consiglieri (un rappresentante del Pd era assente giustificato per motivi di saluti) e a garantire il numero legale ci sono il presidente del consiglio Daniele Esposito (M5s) e il sindaco Filippo Nogarin. Ma con soli 17 consiglieri in aula, basta un'assenza temporanea per costringere il presidente a interrompere la seduta, cosa che accade quando Marco Valiani (Livorno per tutti) deve assentarsi un quarto d'ora: il numero legale non c'è più quindi bisogna attendere il suo rientro e procedere successivamente all'appello. Impossibile andare avanti così e allora sui banchi della maggioranza compare il capogruppo Marco Galigani che assicura un po' più di stabilità.

A parlare sono solo i consiglieri di minoranza. In aula, che è il luogo naturale del dibattito politico cittadino, il sindaco preferisce non intervenire. Salvo poi pubblicare in serata un post sul suo profilo facebook. 

A conclusione della surreale discussione si è votato. Non è passata, come era prevedibile, la mozione di sfiducia al sindaco M5s Filippo Nogarin. Non sono stati sufficienti infatti i 15 voti favorevoli alla sfiducia messi insieme alla fine dalle opposizioni per far passare il provvedimento: per approvarla sarebbero stati necessari 17 voti su 32 consiglieri.

   Sui 17 presenti in aula, il presidente del consiglio Daniele

Esposito (M5s) si  astenuto in qualità di garante dei lavori così come si  astenuto anche l'unico rappresentante della maggioranza Marco Galigani. Il sindaco invece aveva chiesto al presidente di non partecipare alla votazione uscendo dall'aula poco prima del voto.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro