Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Salviano e Magrignano impianti danneggiati cortili e taverne allagati

Strade ricoperte dal fango e garage messi ko Ora occhi su opere di urbanizzazione e fognature

LIVORNO. Garage e taverne allagati, strade e impianti sportivi danneggiati, mobili e oggetti cari ricoperti dal fango, da buttare. Sono tantissime le segnalazioni e le richieste di aiuto che negli ultimi giorni, dopo il nubifragio di domenica, ci sono arrivate anche da Salviano e dalla zona del Borgo di Magrignano.

Nell’area di Salviano, in particolare, fango, acqua e detriti hanno ricoperto molte strade, danneggiato orti e impianti sportivi, distrutto un ponticello nell’area di via del Giaggiolo, crollati alcuni muri di cinta, trascinato auto e un camper.

Nel Borgo di Magrignano – dove ci sono ancora opere di urbanizzazione da completare – le segnalazioni hanno riguardato soprattutto garage e taverne completamente allagati.

Dall’associazione che riunisce i residenti, ieri hanno segnalato soprattutto due situazioni. La prima riguarda alcune case che si trovano in via dell’Uliveta, che hanno subito allagamenti: sono più basse rispetto al livello della strada, perché i lavori di urbanizzazione previsti nel terzo lotto del borgo devono ancora essere completati.

La seconda riguarda il problema delle fognature: sono piene di fango e detriti e i residenti sperano che possano essere ripulite in fretta con mezzi idonei per evitare che, con la nuova allerta meteo, ci siano nuovi allagamenti.

In molti, anche in questa zona
della città, hanno dovuto fare i conti con taverne e garage ko. «Ma come associazione – spiegano da “Insieme per Magrignano” – dopo la prima emergenza ci siamo organizzati per dare una mano nella vicina Salviano, dove sono stati registrati moltissimi danni».

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro