Quotidiani locali

Alluvione, dimissioni del portavoce del sindaco ma Nogarin le respinge

Tafi: "Mi assumo io la responsabilità dell'errore tecnico, non posso accettare che venga messo in discussione il lavoro della protezione civile"

LIVORNO. Colpo di scena dopo il comunicato stampa incompleto inviato dagli uffici del municipio agli organi di informazione sul lavoro fatto dalla protezione civile la notte dell'alluvione: il portavoce del sindaco, Tommaso Tafi, ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni. Che poi il sindaco ha deciso di respingere. 

Ma andiamo per ordine. "Ieri sera alle 19.32 - scrive Tafi - il Comune di Livorno ha diffuso un comunicato stampa relativo all’attività svolta dalla protezione civile nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 settembre. A causa di un errore tecnico il comunicato è risultato incompleto: tutto il prezioso lavoro svolto dalla protezione civile dalla mezzanotte di domenica in poi non è stato infatti pubblicato sul sito del Comune e non ha di conseguenza trovato spazio sui quotidiani odierni, che hanno descritto la macchina comunale come immobile di fronte alle allerta meteo diramate dalla Regione Toscana".

leggi anche:

"Una ricostruzione - scrive - che rappresenta un grave danno di immagine per il Comune di Livorno, per la protezione civile e per il sindaco nei confronti di una città ferita. Mi assumo la piena responsabilità dell’errore commesso e, viste le gravi conseguenze che questo ha prodotto sulla macchina comunale nel suo complesso, ho deciso di rassegnare le dimissioni da portavoce del sindaco di Livorno, Filippo Nogarin. Non posso accettare che il puntuale e coraggioso lavoro svolto dai referenti della protezione civile in servizio quella notte sia messo in discussione a causa di una mia negligenza, per non aver controllato a dovere il contenuto del comunicato stampa pubblicato e diffuso. Mi scuso con tutte le persone che possono avere subito un danno da questa vicenda e soprattutto mi scuso con l’intera città: la macchina della protezione civile si è messa in moto per tempo e l’emergenza è stata affrontata con professionalità, tempismo e coraggio".

Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin però in serata respinge "con decisione" le dimissioni del suo portavoce Tommaso Tafi.   "In questi giorni difficili per la città e per i livornesi - afferma il primo cittadino in una nota -, l'intera macchina amministrativa ha lavorato sotto pressione come mai prima d'ora e un errore può capitare a chiunque. Tafi, che oggi ha compiuto un gesto nobile, dimostrando il massimo rispetto per Livorno e per la tragedia che sta vivendo, ha sempre dimostrato professionalità e affidabilità e gode della mia piena fiducia".
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista