Quotidiani locali

Limoncino isolato, la protesta dei residenti: "Abbandonati dalle istituzioni"

Un abitante del Limoncino contesta Nogarin: "Nessuno rispondeva alle nostre telefonate"

LIVORNO. «Siamo stati abbandonati, le istituzioni ci hanno lasciato per ore sul tetto di casa». Così Davide Pannunzio, un livornese che nella notte tra sabato e domenica è rimasto per due ore con la sua famiglia sul tetto dell'abitazione di Limoncino in attesa di soccorsi - di cui il Tirreno ha riferito nell’edizione di ieri - ha interrotto il sindaco Filippo Nogarin, denunciando quelle che secondo lui «sono state le gravi carenze" dell'Amministrazione comunale».

Urlando, mentre Nogarin parlava con i giornalisti, Pannunzio ha proseguito raccontando che »al telefono nessuno rispondeva. Ci hanno provato anche i nostri parenti ma senza risposte. I miei vicini sono stati salvati da un loro parente che riuscito ad arrivare».

Prima di

presentarsi davanti alla Sala Operativa di via Terreni, dove era atteso anche il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, secondo quanto si apprende, Pannunzio era stato anche in Comune urlando che voleva parlare con qualcuno ed era stato allontanato dai vigili urbani.
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista