Quotidiani locali

Cala Bianca, le terme al mare che non ti aspetti

Vip e turisti allo stabilimento di Quercianella. Il titolare:  da noi centro benessere e talassoterapia

LIVORNO. Legno. Pietra. Coccole salate. È un micro mondo del benessere incastonato tra il blu di Quercianella e il verde, Cala Bianca. Un angolo di paradiso che si concedono non in pochi e neppure in tantissimi: è esclusivo lo stabilimento balneare. Ha ospiti persino dall’Australia, dalla Russia, dall’Inghilterra e da tante zone della Toscana. È una sorta di buen retiro sul mare. «Nel corso degli anni abbiamo avuto anche diversi personaggi dello spettacolo e professionisti molti noti, ma la privacy qui è una regola», a portarci in giro tra il verde e il mare è il titolare, Giacomo Campodonico che ha rilevato lo stabilimento degli anni Sessanta nel 1998.



La talassoterapia e il centro benessere sono i fiori all’occhiello del bagno a due passi dal moletto.
 «Siamo dotati di piscina di acqua di mare riscaldata con idromassaggio e cascata, sauna finlandese vista mare, bagno turco, dove personale qualificato si prende cura dei clienti», spiega il patron. In giro con lui ecco che stanno facendo talassoterapia tre ospiti che arrivano da Firenze. «Avere la possibilità di fare le terme al mare è da cogliere al volo: noi spesso veniamo anche solo dalla mattina alla sera da Firenze proprio per una giornata di mare e coccole. Non avendo possibilità di fare molte ferie ne approfittiamo appena possiamo: è come stare in ferie, qui stacchiamo da ogni cosa», raccontano.

leggi anche:



Il senso è questo. Coccole al salmastro, quindi, con la talassoterapia e i suoi benefici, ma anche “vizi” sotto l’ombrellone, perché chi vuole può ordinare direttamente dal lettino la bevuta, oppure la schiacciatina di turno senza muovere un passo. La tranquillità, l’ambiente e i servizi da anni hanno catalizzato sul bagno anche la storica famiglia dell’ingegnere mito Giotto Bizzarrini, alla corte di re Enzo Ferrari, sotto l'emblema di Lamborghini, con la Iso Rivolta e nel nome del marchio che porta il suo cognome ha progettato super car da favola. C’è lui insieme alla moglie e a buona parte della famiglia.
 «Tra i nostri clienti - continuano Campodonico insieme alla moglie Maura Scali - ci sono anche russi, australiani, tedeschi, inglesi: tanti di loro hanno seconde case qui nei dintorni di Quercianella».

Cala Bianca funziona dalle 8 alle 24: sono 11 le persone al lavoro tra il bagno e il ristorante. Chi vuole ha la possibilità di noleggiare gratuitamente canoe e lettini galleggianti. E accanto alla parte in legno e pietra, c’è la “baia baby”, ovvero uno spazio di ghiaia e giochi per bambini che è stata pensata come lo spazio per i più piccini.

Rappresenta un unicum sul litorale Cala Bianca. Un po’ terme salate, un po’ centro benessere e spa: tutto questo sul mare.

«Il nostro ristorante sta aperto fino a mezzanotte ed è molto frequentato>, chiude Campodonico.
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics