Quotidiani locali

Scontri a Effetto Venezia: Nogarin critica la polizia - Video

Il commento del sindaco su Facebook dopo i fatti nella prima serata dell'evento: «Mi piacerebbe vedere identica celerità di azione per contrastare spaccio e microcriminalità»

Livorno, tensioni tra polizia e manifestanti a Effetto Venezia Proteste contro gli agenti e i vigili del fuoco arrivati per togliere uno striscione esposto sugli scali al "Refugio" che ospita anche un centro sociale

LIVORNO. Dopo i disordini al debutto dell'edizione 2017 di Effetto Venezia, andati in scena tra i manifestati e la polizia a seguito dell'esposizaione di uno striscione agli Scali del Rifugio legato ai problemi abitativi, il sindaco di Livorno Filippo Nogarin commenta - attraverso facebook - con tono critico l'operato delle forze dell'ordine, lanciando anche un appello al questore. «Non condivido i contenuti politici di questo striscione e nemmeno la scelta di "sfruttare" la vetrina di Effetto Venezia per mandare questo tipo di messaggi – scrive Nogarin - Ma capisco ancor meno la reazione delle forze dell'ordine che per rimuoverlo si sono immediatamente schierate in assetto anti sommossa».

leggi anche:

effven

Protesta a Effetto Venezia, tensione con la polizia

Nel mirino uno striscione contro il ministro Minniti affisso sugli scali del Refugio da un gruppo di manifestanti. Attimi di tensione con le forze dell'ordine. Poi lo striscione viene portato sul palco di piazza del Luogo Pio

Posizione che poi viene approfondita dal sindaco. «Mi piacerebbe vedere identica celerità di azione per contrastare fenomeni che creano autentico allarme sociale. Penso allo spaccio in piazza Garibaldi, alle aggressioni sotto i portici di palazzo grande, all'ubriachezza molesta e alla microcriminalità diffusa – continua il post - Lo dico al questore: lavoriamo insieme su questi argomenti con ancora più determinazione di quanto stiamo facendo e la città intera ci seguirà».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare