Quotidiani locali

Vai alla pagina su Vaccini

Fiaccolata di protesta contro i vaccini obbligatori

Centinaia di persone hanno preso parte all'iniziativa di protesta organizzata dal Cliva (Comitato per la libertà di vaccinazione) che a Livorno aveva radunato i propri soci toscani: prima l'incontro al PalaCosmelli, poi la fiaccolata sul lungomare

LIVORNO. Si chiama Cliva ed è il “Comitato per la libertà di scelta vaccinale”: in guerra contro il decreto del ministro Lorenzin che stabilisce l’obbligatorietà dei vaccini, hanno inscenato un flash mob con fiaccolata che ha visto impegnate alcune centinaia di persone sul lungomare nella serata di sabato 15 luglio fino a raggiungere la Terrazza. I protagonisti della protesta mostravano striscioni con slogan come “Con la salute non si scherza: libertà di scelta e sicurezza” o “L’autodeterminazione è un diritto di ogni specie”. Fra i manifestanti, è stata notata anche la compagna del sindaco.

È il fronte che va all’attacco contro quel che chiamano «l’anacronistico ripristino dell’obbligatorietà vaccinale». Nel loro manifesto mettono l'accento cinque volte sulla parola "libertà" declinandola in questo modo: 1) di "scegliere in ambito terapeutico, per i propri figli"; 2) di "rifiutare un trattamento sanitario preventivo non esente da rischi"; 3) di "decidere quali vaccinazioni fare, e a che età"; 4) di "ricevere consigli “in scienza e coscienza” dal proprio pediatra, a seconda della storia clinica personale di ogni bambino"; 5) di "frequentare la scuola, preclusa invece dal decreto, ai bambini non in regola col calendario vaccinale".

Copertura vaccinale e immunità di gregge, cosa c'è da sapere In Italia dal 2013 è in corso un calo della copertura vaccinale. I dati del 2016 lo confermano, mostrando un'inversione di tendenza solo per meningococco C e, lieve, per morbillo e rosolia. La sfiducia dei singoli nei confronti di questa arma di prevenzione nei confronti di malattie gravi e potenzialmente mortali ha delle conseguenze anche sulla collettività perchè mette a rischio chi i vaccini non può farli (di Cinzia Lucchelli)

Prima della manifestazione il Cliva aveva riunito al PalaCosmelli i soci a livello regionale per discutere «le strategie di lotta per contrastare la conversione del decreto Lorenzin in legge ordinaria» e per parlare degli «scenari che si aprirebbero con la conversione di questo decreto».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista