Quotidiani locali

Il trionfo del subbuteo: lo scudetto vola a Perugia

L'Acs Perugia si conferma la superstar della specialità: è la più antica e la più titolata compagine. Domina al campionato italiano che ha visto 200 giocatori di 40 squadre agli impianti della Bastia

LIVORNO. Ben quaranta squadre e oltre duecento giocatori provenienti da tredici regioni si sono sfidati su 48 tavoli verdi: è questo l'identikit del campionato italiano di subbuteo disputato al PalaBastia a Livorno. Al termine del weekend di partite si è registrato il trionfo per l'Acs Perugia 1973 che con diciannove punti ha conquistato il titolo a squadre in questa manifestazione organizzata dal Club Subbuteo Labronico: un risultato che conferma la fama di inarrestabile rullo compressore per i grifoni la cui squadra è al contempo la più antica e la più titolata nel panorama italiano del calcio da tavolo.

Nel palmares della compagine umbra troviamo infatti ben sei scudetti, sette Coppa Italia, quattro supercoppa Italia, due Champions League e due scudetti giovanili a cui si aggiungono uno scudetto ed una Coppa Italia conquistati fra il 2016 ed il 2017 nel subbuteo tradizionale. L'exploit del sestetto umbro (Livio Cerullo, Francesco Mattiangeli, Nico Lucchesi, Giuseppe Ogno, Pier Luigi Signoretti e capitan Stefano De Francesco) non è stato però una passeggiata: al termine della prima giornata i grifoni erano infatti a quota dieci ovvero alla pari con il sestetto del Black & Blue Pisa 1983 che con diciassette punti ha infine conseguito il secondo posto, un risultato che conferma comunque il valore della squadra toscana. I nerazzurri del Subbuteo possono infatti vantare quattro scudetti, tre Coppa Italia, due Supercoppa Italia, ben tre Champions League e diciassette titoli mondiali.

Al terzo posto troviamo poi i biancocelesti dell'Asd S.S. Lazio Tfc. Guardando invece al fondo classifica della Serie A il play out ha visto prevalere per 2 a 1 il CCT Roma sullo Spes Livorno che perciò è retrocesso in serie B. Alla massima serie salgono invece i Flickers Milano ed il Tsc Black rose 98 Roma, oltre al Tsc Warriors Torino 1983 che pur pareggiando 2-2 con il CT Aosta riesce a passare grazie ad una migliore classifica. In vista del maggior numero di squadre che saranno iscritte il prossimo anno in tutte le serie del campionato sono ben sei le compagini a passare dalla C alla B.

Al termine degli spareggi incrociati fra i tre gironi salgono infatti alla serie cadetta la SC Marassi Genova, la Pierce 14 Casale Monferrato, la Umbria Table Soccer, la Serenissima Mestre-Cavalieri di San Giorgio, la Subbuteo Werder Fidenza ed il Subbuteo Club Bari.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista