Quotidiani locali

Furto di notte al Q8: terzo colpo sulla Variante 

Tre ladri hanno forzato la colonnina self-service e portato via i contanti: nel mirino dei malviventi i distributori all’altezza di Porta a Terra

LIVORNO. Hanno forzato una delle colonnine self-service del distributore Q8 sulla Variante, all’altezza di Porta a Terra e dalla parte proprio del centro commerciale, e hanno portato via i contanti scappando poi a bordo di un’auto. Un colpo a segno nel giro di 5, massimo 6 minuti, la conferma dunque che si tratta di una banda di malviventi non nuova a furti del genere. L’allarme, infatti, è scattato appena i ladri hanno scassinato la colonnina, ma sono riusciti a fuggire subito dopo aver rubato i soldi.

Sul posto, nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 giugno, è intervenuta la polizia, con gli agenti che hanno effettuato i rilievi del caso e accertato la presenza di un sistema di videosorveglianza, che potrebbe essere decisivo per rintracciare i malviventi. Ancora da quantificare, comunque, il bottino portato a casa dalla banda: si tratta infatti di un distributore in cui il rifornimento è possibile solo tramite il self-service, con un software collegato direttamente con gli uffici di Roma della Q8.

«È il terzo furto nelle ultime due settimane in questo tratto della Variante - spiega Monica Casini, che gestisce il distributore colpito l’altra notte - i primi due erano andati a segno al distributore di fronte, adesso invece è toccato a noi. La banda è la stessa, sono in tre ad agire. E anche la dinamica è la stessa, ci sono le immagini delle telecamere a confermare tutto. E questi ladri avrebbero colpito anche nel Pisano. L’unica speranza è che le forze dell’ordine riescano a beccarli grazie anche al nostro sistema di videosorveglianza: siamo esasperati ed è veramente dura andare avanti in questa situazione».

L’allarme è scattato alle 3,20 in punto, quando i malviventi sono riusciti a spaccare la colonnina self-service più vicina alla carreggiata, in cui i clienti inseriscono contanti, carte di credito o bancomat per pagare il rifornimento: hanno usato alcuni utensili per aprirla, poi hanno preso i soldi e sono saliti subito in auto. «La dinamica e la velocità dimostrano che siamo davanti a ladri esperti in questo tipo di furti», aggiunge Casini, che sabato è riuscita comunque a tenere aperto il

distributore. La colonnina forzata e le pompe corrispondenti sono state “recintate” con il nastro segnaletico bianco e rosso, mentre l’altro self-service funzionava regolarmente. Insomma, un furto che - oltre al danno economico per i soldi portati via - ha causato ulteriori disagi ai gestori.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics