Quotidiani locali

Iva non versata, sequestri di beni per mezzo milione di euro

Livorno, continua l’aggressione dei patrimoni illecitamente costituiti attraverso reati tributari, stavolta nei guai una cooperativa di Rosignano e una ditta di Piombino

LIVORNO. . Nei giorni scorsi, infatti, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno hanno dato esecuzione, su ordine della Procura della Repubblica labronica, a due ordinanze - emesse dai gip Beatrice Dani e Marco Sacquegna - finalizzate al sequestro preventivo di beni mobili e immobili, riconducibili a rappresentanti legali di una società cooperativa di Rosignano Marittimo, che lavora nell'attività di movimento merci, nonché di una società fallita di Piombino, nel settore della meccanica.

Le attività scaturiscono da un controllo automatizzato dell’Agenzia delle Entrate nonché da una verifica fiscale eseguita nel 2016 dai militari della Tenenza di Cecina: in particolare, era stato riscontrato, per l’anno d’imposta 2014, l’omesso versamento dell’Iva, da parte di questi soggetti economici, per circa 740 mila euro, con il superamento della soglia di punibilità prevista per il relativo reato fiscale e la segnalazione alla locale Procura della Repubblica dei relativi rappresentanti legali.

leggi anche:

Di conseguenza, in sede di esecuzione del provvedimento cautelare, militari della Tenenza e della Compagnia di Piombino hanno provveduto a ricostruire – anche valorizzando il patrimonio informativo a disposizione attraverso le molteplici banche dati in uso al Corpo - le disponibilità finanziarie e la situazione patrimoniale delle società e dei suoi legali rappresentanti pro-tempore, sottoponendo a vincolo cautelativo disponibilità finanziarie per un ammontare complessivo pari a circa 550 mila euro.

L’attività, in ossequio alle linee strategiche emanate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per il corrente anno, si proietta in via trasversale e multidisciplinare verso i contesti di illegalità economico finanziaria connotati da maggiori gravità, finalizzata altresì - sulla base delle direttive fornite dal Procuratore Capo della Repubblica di Livorno -all’individuazione e all’aggressione dei patrimoni illeciti, a tutela dell’Erario e delle imprese puntualmente ottemperanti agli obblighi fiscali

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare