Quotidiani locali

Vai alla pagina su È domenica
Attenti perdiamo l'aereo

Attenti perdiamo l'aereo

C’è un buco nero nel sistema dei trasporti pubblici in Toscana. Inghiotte ogni giorno una bella fetta di territorio: la costa urbanizzata da Piombino a Cecina, da Livorno a Pisa e Viareggio, fino a Massa e Carrara e più nell’interno Lucca

C’è un buco nero nel sistema dei trasporti pubblici in Toscana. Inghiotte ogni giorno una bella fetta di territorio: la costa urbanizzata da Piombino a Cecina, da Livorno a Pisa e Viareggio, fino a Massa e Carrara e più nell’interno Lucca. L’alta velocità ferroviaria è un miraggio. Privilegio esclusivo di Firenze meta agognata e lontana. Di Grosseto poi, meglio non parlarne, fuori da ogni flusso di comunicazione degno dei tempi. Ci vogliono 3 ore e 34 minuti per percorrere 229 chilometri di binari dal capoluogo della Maremma fino a Firenze. Un chilometro al minuto. Si fa prima ad arrivare a Roma.

Nei giorni scorsi, con una serie di articoli dedicati alla fatica dei pendolari in Toscana, "il Tirreno" ha documentato come con i treni veloci sia facile spostarsi dalla stazione di Santa Maria Novella a Roma Tiburtina (310 km) in appena un’ora e 19 minuti, mentre per raggiungere - sempre da Firenze - la capitale del marmo, Carrara (135 km), occorra un’ora e 38 minuti, se tutto va bene a bordo di treni lontani dalla modernità. Insomma l’alta velocità ferroviaria modifica la geografia dei luoghi; chi ha la fortuna di essere sotto il manto protettivo di Firenze ne trae un discreto vantaggio; chi è distante diventa ancor più periferia e paga pegno.

La strabordante centralità fiorentina si avverte ancor più nel delicatissimo settore aereo. La scorsa settimana si è consumato uno sgarbo istituzionale proprio lungo l’asse Firenze-Pisa. All’inaugurazione, presente il ministro Delrio, della navetta tra la città della Torre e il suo aeroporto (che è l’aeroporto di tutta la nostra costa) non si sono presentati né il presidente né l’amministratore

delegato di Toscana Aeroporti, la società che gestisce entrambi gli scali. Baruffe di campanile? Difficile crederci quando sono in ballo milioni di fatturato. Forse è miopia politica; si vede solo ciò che è vicino ai propri interessi. Buona domenica dunque a chi è confinato ai margini.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro