Quotidiani locali

Consorzio Nautico, il popolo delle barchette bussa alla nuova Authority

Livorno, Mantellassi (Consorzio nautico) chiede al presidente Corsini di inserire nei nuovi organismi anche una rappresentanza della nautica da diporto

LIVORNO. Il popolo delle barchette chiede di sedere ai tavoli della nuova Autorità portuale. Lo fa per voce del presidente del consorzio nautico, Piero Mantellassi, che si rivolge direttamente a Stefano Corsini. «Apprezziamo - interviene Mantellassi - la sollecitudine con cui il nuovo presidente sta mettendo mano alla riorganizzazione dell'Autorità portuale di sistema del Tirreno settentrionale. Nel fare questo intende partire dalla nomina dei vari organismi come quello di “Partenariato della risorsa mare”. Il consorzio nautico chiede quindi al nuovo presidente Corsini che questa divenga l'occasione per inserire finalmente, fra i componenti di questo organismo, almeno qualche figura in rappresentanza della nautica da diporto».

«A Livorno - sottolinea Mantellassi - si conta l'ormeggio di circa 7mila imbarcazioni. A Piombino e all'isola d'Elba si stimano cifre non inferiori. Un numero così grande di realtà nautiche, a ciascuna delle quali si legano le sorti di intere famiglie, richiede una disponibilità altrettanto spiccata al dialogo e alla collaborazione da parte delle istituzioni e dei soggetti competenti per materia presenti sul territorio».

Il rappresentante del consorzio evidenzia che «il settore della nautica da diporto è un fiore all'occhiello per la nostra città, in grado di determinare occupazione e reddito»: due aspetti, due «potenzialità tutt'altro che trascurabili, soprattutto se inquadrate in un prolungato momento di particolare difficoltà per l'economia nazionale e internazionale».

«Gran parte della cittadinanza livornese - ripete - è quindi interessata dalla questione della riorganizzazione del panorama nautico locale. Nonostante sia già di per sé notevole il volume d'interessi a esso intrecciati e collegati, ciò a cui occorre prestare l'attenzione più urgente sono i tanti posti di lavoro che, direttamente e indirettamente, da questo vengono generati».

«Ci auguriamo che il nuovo presidente Corsini - conclude così Mantellassi - sia sensibile a questi temi e alle relative

problematiche, tenendo in grande considerazione una realtà sulla quale Livorno ripone importanti aspettative nell'ottica di una a ripresa economica». E «auspichiamo che a breve l'interesse del neo presidente si concretizzi con l'adozione di atti specifici».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore