Quotidiani locali

Viale Italia, i residenti contro i parcheggi blu a lisca di pesce

Livorno, l’associazione Vivi San Jacopo incontrerà Sorgente, Vece e Aurigi «Stiamo cercando di trovare una posizione condivisa su strisce blu e ciclabile»

LIVORNO. All'estate mancano ancora tre mesi ma il clima che si respira a San Jacopo è già rovente. Le modifiche al traffico riguardanti il viale Italia annunciate dall’assessore Giuseppe Vece, infatti, ha surriscaldato il dibattito in un intero quartiere che da maggio a ottobre si ravviva e diventa il vero “cuore” della città.

Oltre ai tanti commercianti della zona, che si sono detti per lo più contrari alla scelta dell'amministrazione comunale, sono gli stessi residenti - che già lo scorso anno si erano fatti sentire - ad esprimere il proprio disappunto nei confronti di una decisione che considerano calata dall'alto, senza un benché minimo confronto. Se da una parte anche chi vive sul viale Italia ha interesse a rallentare il traffico e guarda con favore a ogni iniziativa volta a ridurre il rischio di incidenti, dall'altra il modo scelto dalla giunta per farlo non è piaciuto proprio a nessuno.

E così, dopo il patto di non belligeranza dello scorso anno tra assessore e residenti, quando fu deciso di rinviare la problematica di un anno, adesso il problema è tornato a galla e lo scontro è stato inevitabile. Nel 2016 le proposte furono due, l'installazione dei parcheggi a pagamento dalla Bellana alla Baracchina Bianca e l'installazione di una rotatoria all'incrocio tra il viale Italia e via San Jacopo in Acquaviva, che è uno dei punti più rischiosi per la viabilità, con un lungo elenco di in cidenti pijù o meno gravi. Ma le strisce blu non furono affatto gradite dai livornesi e l'amministrazione decise di prendere tempo.

leggi anche:

Stavolta, il progetto ha creato ancora meno consensi, perché sono stati aggiunti anche il restringimento della carreggiata e i parcheggi a lisca di pesce. Così come l'anno scorso, i residenti hanno deciso di fare quadrato e compattarsi, in modo da far sentire la propria voce. La paura di vedere il viale Italia paralizzato come è successo nella zona tra il porto e piazza Mazzini, o peggio ancora di dover pagare il parcheggio sotto casa come a Colline, è stata più forte delle piccole divergenze tra singoli. Perciò, tramite la pagina Facebook Vivi San Jacopo e sul gruppo Whatsapp di quartiere, i sanjacopini si sono organizzati per prendere le contromisure. «Venerdì alle 12 - ha spiegato Irene Genovese, in rappresentanza di Vivi San Jacopo - saremo ricevuti dalla vicensidaca Stella Sorgente, dagli assessori Giuseppe Vece e Alessandro Aurigi e dai tecnici del Comune. Abbiamo chiesto questo incontro per portare la nostra voce all'amministrazione e per far sentire loro le nostre ragioni. Ci siamo organizzati sui vari social network e anche di persona per arrivare al confronto con idee ben precise e con una linea di azione condivisa».

In realtà, al momento, anche gli stessi residenti del quartiere sono abbastanza divisi. Come capita spesso in materia di traffico. L'unica cosa sulla quale sono tutti d'accordo è la contrarietà assoluta al parcheggio a lisca di pesce che - dicono - rallenterà il traffico, aumenterà il rischio di tamponamenti e toglierà posti auto lungo tutto il viale Italia. «I parcheggi a lisca di pesce - prosegue Genovese - creeranno solo tanta confusione e non risolveranno niente. Anzi, anche da un punto di vista visivo sono brutti e avranno un impatto negativo su una delle strade più belle di Livorno. Per il resto c'è qualcuno che è totalmente contrario alle strisce blu, mentre altri credono che quella possa essere una mossa per diminuire il traffico. La pista ciclabile c'è, ma andrebbero intensificati i servizi pubblici». Prima di arrivare all'incontro con l'amministrazione, perciò, i cittadini di San Jacopo si incontreranno tra loro in una riunione di quartiere che si svolgerà mercoledì. «Così andremo in Comune con un'idea ben precisa. Stiamo ancora decidendo il luogo e l'orario, ma ci ritroveremo mercoledì. Poi andremo dagli assessori e dopo, tra un paio di settimane, anche dal sindaco Nogarin. I cittadini vogliono chiarezza sul proprio futuro».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare