Quotidiani locali

Tragedia all'alba, muore in strada a 32 anni: disposta l'autopsia   

Livorno, l'allarme in via Goldoni è partito intorno alle 5 di domenica 19 marzo. Sul posto è intervenuta la polizia e l'ambulanza della Misericordia di via Verdi. Ascoltati gli amici

LIVORNO. Tragedia all'alba in via Goldoni, nel pieno centro di Livorno. Un ragazzo livornese di 32 anni, Alberto Granucci, è stato trovato morto, probabilmente ucciso da un malore. A dare l'allarme intorno alle 5 di domenica 19 marzo gli amici che erano con lui in un locale aperto fino a tardi dove i tre avevano deciso di mangiare. Sul posto è intervenuta un'ambulanza della Misericordia di via Verdi con il medico a bordo e la polizia. Inutili purtroppo i tentativi di rianimare il trentaduenne.

Dal momento del ritrovamento del cadavere gli agenti sono al lavoro per ricostruire l'ultima notte della vittima. Ecco perché la polizia ha ascoltato le persone che avevano trascorso le ore precedenti al malore con il trentaduenne, in particolare con i due amici con i quali aveva passato la serata in un locale del centro. Per escludere qualsiasi dubbio il pubblico ministero di turno Fiorenza Marrara ha già disposto il sequestro della salma per affidare al medico legale l'autopsia sul corpo della vittima.   

Alberto era molto conosciuto soprattutto per la sua attività di musicista ma non solo. Perché da oltre un anno aveva aperto anche l'agenzia Noveottavi attraverso la quale si occupava di promuovere i talenti livornesi. Inoltre era insegnante di pianoforte moderno - come si definiva lui stesso - all'associazione culturale Aeroc.

"Sono rimasto con Alberto - racconta l'amico Alessio Quercioli - fino alle una e un quarto di domenica, abbiamo passato una serata tranquilla, poi io sono andato a casa e ho lasciato Alberto con altri due amici. In questo momento di dolore - va avanti -

quello che voglio fare è ricordare un amico e un musicista speciale con il quale ho trascorso buona parte della mia vita". Proprio gli amici più cari hanno lanciato una raccolta fondi attraverso l'associazione culturale Aeroc per aiutare la famiglia in questo momento. 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore