Quotidiani locali

Si toglie la vita a 15 anni gettandosi dal grattacielo di piazza Matteotti

Livorno: il giovane si è buttato dal 26° piano dello stabile, dopo aver forzato la porta della terrazza. Era uscito da casa per andare a scuola. Il cordoglio del sindaco Filippo Nogarin

LIVORNO. Si è buttato dal 26esimo piano del grattacielo in piazza Matteotti ed è morto sul colpo. Una tragedia che lunedì 6 alle 8,45 ha avuto come vittima un giovane di 15 anni ancora da compiere.

IL GESTO ESTREMO

In base a quanto appreso, il ragazzo si sarebbe recato volontariamente sul grattacielo per compiere il gesto estremo. Si è lasciato cadere dalla terrazza ed è precipitato sul marciapiede di fronte al bar B52, dopo esser caduto sul cofano di una Yaris in sosta. In tanti nel quartiere hanno sentito un tonfo fortissimo. "Come quando c'è un incidente", ha detto il barista del B52. I clienti del locale e alcuni passanti si sono subito resi conto dell'accaduto e hanno chiamato il 118. Dalla centrale operativa hanno inviato sul posto un'ambulanza della Misericordia con il medico a bordo. Ma ai soccorritori non è restato altro che constatare il decesso. Prima dell'arrivo della squadra dei volontari di via Verdi, un passante ha fatto un tentativo disperato di rianimarlo, ma è stato tutto inutile.

Sul posto poi sono arrivati gli agenti delle volanti della polizia, che hanno ufficialmente identificato il ragazzo, gli investigatori della mobile e altri agenti della Digos. La vittima aveva con sé in uno zainetto un quaderno con un libretto della scuola. Addosso il cellulare, che si è fracassato per via dello schianto. Lo zaino è stato ritrovato sul pianerottolo del 26esimo piano e acquisito dalla polizia, così come il telefonino. 

USCITO DA CASA PER ANDARE A SCUOLA

In base a quanto emerso dai primi accertamenti, lo studente non abitava nel grattacielo, dunque si sarebbe recato lì apposta, forzando poi la porta d'ingresso alla terrazza. Come ricostruito dalla polizia, il giovane lunedì mattina alle 7.30 circa è uscito di casa per andare a scuola, ma poi ha deviato il percorso verso piazza Roma. In base a quanto appreso, il giovane a scuola andava bene e non aveva avuto problemi particolari. Prima di raggiungere il punto della terrazza da cui si è buttato, ha forzato delle porte. Le ha scoperte un operaio che ha dato l'allarme.

LE PAROLE DEL SINDACO

Parole di cordoglio sono state espresse dal primo cittadino. Il sindaco Filippo Nogarin:  “Apprendere che questa mattina un ragazzo ha scelto di togliersi la vita mi ha profondamente sconvolto. È davvero difficile accettare che a questa età si possa decidere di compiere un simile gesto. Sono sinceramente addolorato per quanto accaduto e formulo a nome mio e di tutta la città che rappresento, il più sentito cordoglio e la massima vicinanza alla famiglia”.

Intanto sul luogo dell'incidente una signora nella tarda mattinata di lunedì ha depositato un mazzo di fiori e bianchi per il 15enne che si è tolto la vita. "Un saluto dai tuoi amici di scuola", recita un messaggio scritto a mano con le firme di tutti i ragazzi.

Un mazzo di fiori depositato in...
Un mazzo di fiori depositato in piazza Roma (Marzi/Pentafoto)

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics