Quotidiani locali

promozione

Turismo, nasce “Costa dei Cavalleggeri” un marchio per Livorno

Il Comune deposita il nome: occhi puntati sul Romito, tra immersioni e trekking «Vogliamo lanciare un nuovo brand turistico per questo tratto unico»

LIVORNO. L’obiettivo annunciato è di definire un «nuovo brand turistico» per Livorno. Per farlo il Comune inizierà depositando in Camera di Commercio due nuovi marchi, simili a quelli pensati a suo tempo per Effetto Venezia o per il Cacciucco Pride. I nomi? “Costa dei Cavalleggeri” e “Strada panoramica dei Cavalleggeri”, per indicare soprattutto quel tratto di costa che va dalla Terrazza Mascagni a Chioma, con i riflettori puntati sul Romito.

Un nuovo contenitore, insomma. Una nuova cornice per provare a fare marketing guardando a uno dei tratti più belli della costa toscana, come si legge nella delibera 76 appena approvata dalla giunta.

La giunta, c’è scritto nell’atto, ha «apprezzato la proposta avanzata dall’assessore Alessandro Aurigi che si sostanzia in un piano teso alla valorizzazione della costa livornese e del suo immediato retroterra, con l’obiettivo di promuovere sul mercato nazionale e internazionale una porzione di territorio di particolare pregio ambientale, paesaggistico, geologico e culturale che fino a oggi è stato prevalentemente apprezzato solo a livello locale». Il progetto «prevede la registrazione di due nuovi marchi di impresa (“Costa dei Cavalleggeri” e “Strada panoramica dei Cavalleggeri”) al fine di avviare una campagna di marketing territoriale e dare avvio alla realizzazione di diverse azioni quali, tra le altre, lo sviluppo di attività di promozione turistico sportiva, enogastronomica, culturale e religiosa». Anche con «la realizzazione di un logo e di un portale web».

Curioso che il Comune non abbia deciso di puntare di più sul nome “Romito”, quello che ha già fatto il giro del mondo negli anni Sessanta con “Il Sorpasso” di Dino Risi. Insomma, un marchio già entrato nella testa non solo dei livornesi.

Il nome su cui il Comune sceglie di puntare e che sarà registrato in Camera di Commercio (che provvederà a inoltrare l’istanza all’ufficio italiano brevetti e marchi) affonda le radici nella storia del territorio, quando la costa era presidiata dalle torri dei cavalleggeri.

Accanto alla Costa degli Etruschi ecco così nascere la Costa dei Cavalleggeri. «Vogliamo creare un brand - dice Aurigi - che valorizzi l’ambito costiero e il suo entroterra, guardando alle caratteristiche geomorfologiche che lo rendono unico e alla valorizzazione turistico-sportiva: si pensi ad esempio al diving, alle immersioni per ammirare il corallo, al trekking. Poi l'enogastronomia, il turismo culturale e religioso, con il santuario di Montenero. La Toscana è piena di turisti, per noi ci sono le condizioni per proporre un turismo di qualità legato al meraviglioso dono che

la natura ci ha fatto, questa particolare tipologia di costa». «Non poteva che essere il Comune - chiude - a creare questa cornice, all'interno della quale soggetti privati e operatori di settore potranno dare il meglio. Ma dentro un progetto partito dal Comune, che coordina».

Juna Goti

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro